Press "Enter" to skip to content

“acqua”

Duro colpo dell’Amministrazione comunale all’utilizzo improprio dell’acqua!

Dopo la denuncia dell'assessore alla manutenzione ed ai servizi, inviata nei giorni scorsi ai Carabinieri ed al Procuratore della Repubblica, continuano in modo serrato i controlli sul territorio comunale circa i disservizi idrico dovuti, in larga parte, alle manomissioni e all'uso improprio dell'acqua comunale.

Carmine Quercia scrive al Sindaco di Cetraro: “la situazione è insostenibile!”

Lettera aperta del consigliere di minoranza Carmine Quercia al primo cittadino Angelo Aita. “Devi ammettere – scrive Quercia – che la situazione che si è venuta a creare a Cetraro non è più sostenibile. Tutto dipende dai limiti della tua squadra, che in alcuni settori strategici ha totalmente fallito. Se non si vuole mandare definitivamente allo sbando la comunità cetrarese, hai il preciso dovere di rivisitare l’organigramma e di introdurre significativi e forti correttivi amministrativi e politici“. “La sanità – continua Quercia – è un problema che si sta affrontando in modo unitario e si muove nei binari fissati anche con il mio…

Giovani Democratici: “A Cetraro è emergenza idrica”

“Si ripropone a Cetraro l’emergenza idrica. Numerose contrade si ritrovano con i rubinetti asciutti in piena estate. Anche le zone della Marina vivono il dramma della sistematica penuria di acqua sopratutto nel fine settimana”. Inizia così la nota diffusa pochi minuti fa dai Giovani Democratici di Cetraro. “Un fenomeno che si ripropone in modo preoccupante sopratutto perché non si è risolto il problema della gestione triennale del prezioso liquido e si procede con forme improvvisate gestite dai dipendenti comunali“. “A monte della questione – si legge – c’è una rete idrica obsoleta, che richiede una manutenzione costante e sopratutto esige…

Emergenza idrica nelle contrade Santa Lucia, Santa Barbara, Caparrua, Santa Marina, Sopra l’Irto

[Riceviamo e pubblichiamo una richiesta diffusa poco fa da Sinistra Democratica Cetraro (già protocollata in Comune), firmata da Beniamino Iacovo e indirizzata al primo cittadino Angelo Aita e all’assessore alla Manutenzione Massimiliano Vaccaro] “Gli abitanti della zona di Santa Lucia, lamentano una grave carenza idrica, che gli Uffici comunali, nonostante gli sforzi profusi dall’Amministrazione e dall’instancabile Assessore alla manutenzione Geom. Massimiliano Vaccaro, non riescono ad adeguatamente fronteggiare. Nella zona, la mancanza d’acqua durante la stagione estiva è un fatto noto, la differenza, rispetto al passato, sta nella circostanza che, nell’ultimo periodo, la carenza idrica è cominciata a verificarsi sin dallo scorso autunno, e ha interessato pressoché…

Canone acqua: perché a forfait e non a consumo?

“Anche quest’anno, la Giunta comunale, con una delibera ‘fotocopia’ di quella del passato anno, ha dato come indirizzo di riscuotere il canone a forfait e non a consumo, come la legge e il regolamento comunale prevede”. Inizia così la breve nota inviataci dal rag. Pasquale Avolio, che ringraziamo per la collaborazione. “L’asino – scrive ironicamente Avolio – dove casca una volta, non casca più, mentre i nostri amministratori si ripetono sin dal 2010, anno in cui il Consiglio comunale, modificando l’art. 21 del regolamento, sancì che il canone dell’acqua andasse riscosso a consumo e non a forfait, ignorando le oltre 500 sentenze…

Cetraro: “acqua inquinata se pur in minime quantità”

Cetraro. Acqua inquinata se pur in minime quantità. Con Ordinanza Sindacale nr.12 del 18.03.2016, il Comune di Cetraro fa sapere che, a seguito di analisi microbiologiche svolte dalla CAIFEL s.r.l, con sede a Belvedere marittimo, su campioni di acqua prelevati da edifici e fontane pubbliche, è emerso un inquinamento delle stesse, se pur in piccole quantità. Con l’Ordinanza si ordina ai residenti nelle frazioni di San Filippo e Porcili di adoperare l’acqua per i soli usi igienici, sino al completamento degli accertamenti tecnici e igienico sanitari in corso, che saranno resi noti con una successiva ordinanza sindacale.  

Su Marte c’è vita: l’ha scoperto la Nasa

È della Nasa la nuova sensazionale scoperta. Nelle sue nuove ricerche infatti, la Nasa ha da poco scoperto che su Marte, il pianeta rosso, come siamo abituati a chiamarlo, ci potrebbe essere vita. Questo pianeta brullo, ma che ha le caratteristiche più simili alla terra e per questo predisposto più degli altri a ospitare vita è cosparso di solchi lunghi centinaia di metri e larghi cinque. Questi solchi fa sapere la «Nature Geoscience» – consentono all’acqua presente su Marte di scorrere. Certo, è «acqua marziana», presente d’estate e che evapora di inverno, ma che ha caratteristiche simili all’acqua che siamo…

Carenza idrica: possibili soluzioni

“Con questa mia idea voglio contribuire ad avanzare una proposta utile a risolvere l’annoso problema della carenza d’acqua nel nostro Comune, in special modo nelle contrade ed in particolare nel periodo estivo”. Inizia così la lettera inviata alla Redazione di CiR e firmata “Benedetto Guaglianone, già sindaco di Cetraro“. “Non sono interessato alla ricerca di responsabilità alcuna – scrive Guaglianone – né passata, né presente, ma l’idea che avanzerò è solo finalizzata alla ricerca di soluzioni possibili capaci di evitare tanti disagi ai nostri concittadini. L’idea-proposta è quella di captare sorgenti d’acqua in profondità e mediante la realizzazione di pozzi utilizzare il…

In località San Pietro manca l’acqua

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviatoci dal Consigliere di Minoranza Attilio Onorato. “Ormai da diversi giorni, a San Pietro ed in altre contrade del Comune di CETRARO – scrive Onorato – i cittadini sono costretti a vivere in condizioni di estremo disagio dovuto alla MANCANZA D’ACQUA nelle abitazioni; tutto questo avviene e si ripete quotidianamente, nonostante ci siano state diverse segnalazioni scritte da parte dei cittadini di varie contrade/frazioni e da parte del sottoscritto (v. prot. n. 4637 del 24/06/2015)”. “E’ vergognoso – si legge – che nel 2015 si assista ancora a scene tipiche degli anni ’50, dove…

PD: “acqua, bisogna fronteggiare l’emergenza idrica”

Ancora un comunicato del Gruppo PD-Alleanza Popolare per Cetraro. Questa volta sull’emergenza d’acqua – a quanto riportato – riguardante alcune zone della città. “Siamo proprio in presenza di dilettanti allo sbaraglio. È assurdo che in piena stagione estiva si arrivi impreparati a fronteggiare l’emergenza idrica. In tutte le contrade i rubinetti sono asciutti. La turnazione non funziona. Le risposte della giunta Aita sono assolutamente inadeguate. Si profila addirittura un black out notturno. È vero che l’emergenza idrica ha rappresentato da sempre un problema da affrontare. Tuttavia, quello che sta succedendo in questi giorni è assolutamente fuori da ogni ragionevole previsione.…

Acqua a San Filippo: lettera aperta al Sindaco

“Lettera aperta al Sig. Sindaco di Cetraro, ai suoi Collaboratori di Maggioranza e alla Minoranza (di cui qualcuno, fino a poco tempo fa, tra l’altro, era parte della Maggioranza con incarichi da assessore e vicesindaco). È indirizzata a questi destinatari la lettera aperta che riceviamo e pubblichiamo a firma di Luca Chiavazzo. “Egregio Prof. Aita, Assessori e Consiglieri – scrive Chiavazzo – vi rivolgo una semplice domanda: mi sa spiegare per quale colpa i cittadini civili delle contrade di San Filippo (almeno oltre la metà), Ceramile e altre non possono usufruire di un servizio indispensabile e insostituibile come quello dell’erogazione…

L’acqua è di nuovo potabile

Lo aveva annunciato qualche ora fa, via Facebook (com’è solito fare), l’assessore Tommaso Cesareo. Ma ora è ufficiale: l’acqua è di nuovo potabile. È stata, infatti, pubblicata un’Ordinanza (la n.31 del 22.07.2015) con cui viene revocata la precedente (n.27 del 14.07.2015) che sanciva la non potabilità dell’acqua “fino a quando non verranno completati gli accertamenti tecnici ed igienico sanitari“.  

Non potabilità dell’acqua: nuova Ordinanza

“Ordina alla cittadinanza residente nel Capoluogo e nella frazione Marina (da loc. Lampetia a loc. Fiumicello) di non usare l’acqua erogata per usi potabili, potendola adoperare per esclusivo uso igienico”. Poche parole in grassetto che fissano la non potabilità dell’acqua. Una limitazione che durerà, si legge dall’Ordinanza sindacale n.27 del 14.07.2015, “fino a quando non verranno completati gli accertamenti tecnici ed igienico sanitari”. La motivazione di tale Ordinanza è da ricercare nella “presenza di indici di inquinamento, sia pure di modeste quantità”. Cosa confermata anche dall’Assessore ai servizi Massimiliano Vaccaro che su Facebook ha scritto: «Appena mi sono insediato come…

Rottura condotta idrica

La SORICAL ha fatto sapere che, a seguito della rottura di una condotta idrica, ubicata in località Acqua La Vena nel Comune di Belvedere Marittimo, nella giornata odierna è costretta a interrompere il servizio idrico, apportato della suddetta condotta, sino all’ultimazione dei lavori di riparazione, previsti in serata. Tra i Comuni interessati figura anche il Comune di Cetraro e più specificatamente: località Bosco, località Manche, San Filippo, Ceramille, Malvitani e Motta. Ecco l’avviso SORICAL.

Torna l’acqua potabile a Cetraro

«Il Sindaco F.F. e la giunta comunicano ai cittadini che il risultato delle analisi dell’acqua hanno avuto un esito positivo. Pertanto si può considerare risolto un problema che da tempo ha rappresentato una emergenza, che ha provocato tanti disagi per la popolazione». Questo messaggio è stato pubblicato sulla pagina Facebook del Comune di Cetraro pochi minuti fa.

Appello sulla potabilità dell’acqua

L’autore è il rag. Pasquale Avolio che, inoltrandoci alcuni messaggi postati su Facebook e inviati anche all’Ufficio manutenzione del Comune di Cetraro, ci chiede di farci promotori di questo appello. Ecco la mail in questione. “Alla c.a della Redazione di CiR Gradirei che anche Voi vi faceste promotori di questi miei accorati appelli. Potete copiarli ed incollarli sul vs. blog? Grazie, Pasquale Avolio “Sono molto preoccupato ed indignato per la potabilità dell’acqua. Ad oggi nessuna notizia, nessuna Ordinanza che mi dica che l’acqua è ritornata potabile. codesto ufficio, può illuminarmi? Grazie, resto in attesa di Vs. sollecita ed urgente risposta”.…

Cetraro: evento eccezionale, anzi stratosferico

Udite, udite. Nei prossimi giorni, centinaia di televisioni internazionali, del calibro di Al Jazeera, BBC, etc. senza trascurare la grande web tv di Cetraro in Rete, riprenderanno l’evento stratosferico che avrà luogo a Cetraro. Pertanto saremo invasi da migliaia di curiosi e cineoperatori che quasi certamente faranno collassare Cetraro con le sue attività commerciali. Al diffondersi della notizia, già è tutto prenotato per diversi giorni. In ogni angolo vedi proiettori e obiettivi oltre alla massa di curiosi che con il naso all’insù scrutano l’etere aspettando il grande evento. Pare che l’astronauta Samantha di origini italiane abbia addirittura un ceppo cetrarese,…

Lavori di bonifica sui serbatoi dell’acqua

Il Comune di Cetraro avvisa i residenti di Via Palombaro, Piazza Gino Iannelli e Via Cappuccini di usare l’acqua erogata dai propri rubinetti per esclusivo uso igienico, fino al termine dei lavori e delle operazioni di bonifica, controllo e verifica al serbatoio di alimentazione della zona. Il termine dei lavori di bonifica sarà reso noto con un ulteriore avviso. Si rende noto che, le operazioni saranno effettuate dalla S.O.R.I.C.A.L. Ecco la documentazione che ha diramato il Comune di Cetraro.  

Acqua: “non si tratta di un problema temporaneo”

Ripercorrendo la storia dell’attuale amministrazione comunale, non mi sembra di scorgere né un riferimento, né tanto meno una soluzione rispetto al gravissimo problema della potabilità dell’acqua, che, da qualche tempo, sta penalizzando la cittadinanza. Esaminando con attenzione la successione delle ordinanze con le quali è stato disposto l’utilizzo dell’acqua solo per i servizi igienici, le successive revoche intervenute ad intervalli sistematici, emerge chiaramente che non si tratta di un problema temporaneo, ma di una situazione gravissima, a mio parere colposamente sottovalutata, che merita di essere affrontata e risolta al più presto. E’, innanzitutto, indispensabile, individuare la causa e trovare una…

Cetraro, l’acqua non si paga

Venti giorni fa, il Meetup Cetraro a 5 Stelle, ha fatto protocollare presso il Comune di Cetraro, all’attenzione del Sindaco e della Giunta Comunale, la petizione “acqua bene comune” unitamente alle firme raccolte. Tre le richieste avanzate: la prima è volta a conoscere se vi è l’intenzione dell’amministrazione a procedere alla risoluzione definitiva del problema inquinamento acque ed eventualmente, quali saranno le azioni che intende adottare a riguardo. Le successive invece, fanno riferimento alla parte puramente economica; una riguarda la riduzione del 50% della tariffa del canone acqua per quelle utenze che non hanno usufruito a pieno del servizio nei periodi…

PRC-SEL: “Canone acqua? Ennesimo sopruso!”

È proprio il caso di dire che questa amministrazione comunale, guidata dal sindaco Aieta “fa acqua da tutte le parti“. Parliamo dell’ennesimo sopruso perpetrato a danno dei cittadini vessati da ingiuste gabelle a causa dell’inerzia 0 dall’incapacità di eseguire e rispettare quanto dalla maggioranza stessa deliberato. Ci riferiamo al canone dell’acqua che dopo ben quattro anni viene fatto pagare in maniera forfettaria dopo aver obbligato i cittadini a munirsi, a proprie spese, dei necessari contatori penalizzando così coloro che consumano poca acqua e avvantaggiando quanti ne consumano a iosa. Basterebbe leggere quanto deliberato dal Consiglio Comunale in data 10.6.2010 per…

Sul canone acqua del Comune di Cetraro…

Delibera n. 83 del 08/07/14 del Comune di Cetraro affissa all’Albo Pretorio dal 15.07.2014. Con questa delibera la Giunta Comunale di Cetraro, anche per l’anno 2014, ha inteso, spudoratamente, deliberare che il canone dell’acqua e della depurazione sia fatto pagare forfetariamente, richiamandosi al comma 4 dell’art. 22 del regolamento comunale il quale recita: “Il Comune si riserva la facoltà di procedere, quando è impossibile effettuale la lettura, all’addebito di un consumo presunto, fermo restando il conguaglio alla lettura successiva”. L’Amministrazione comunale ha però dimenticato di citare che nello stesso regolamento, allo stesso art. 22 il comma 3 recita: “è facoltà…

Acqua non potabile: è inquinata, seppur in modeste quantità…

“Nel Centro ho vietato l’utilizzo dell’Acqua al fine di tutelare la salute dei cittadini seppure siano stati riscontrati livelli minimi di inquinamento. Il tempo di adottare alcuni interventi a tutela della vostra salute“. È questo il messaggio che si legge sulla bacheca del profilo Facebook del primo cittadino, Giuseppe Aieta relativo alla potabilità dell’acqua. A corredo, Aieta ha pubblicato anche una foto dell’Ordinanza emessa il 25 giugno 2014.

Miracolo a Cetraro!

Nei giorni scorsi CETRARO è stata miracolata, anche se nessuno conosce l’entità che tale MIRACOLO ha generato, perché trattasi di MIRACOLO laico. Da qualche tempo a questa  parte tutti i CETRARESI erano concentrati nel chiedere alla PROVVIDENZA di interessarsi almeno un po’ di CETRARO che da anni ormai è attanagliata da immensi problemi. Finalmente lunedì 9 giugno è avvenuto il MIRACOLO, documentato dall’AMMINISTRAZIONE COMUNALE e amplificato da CETRARO IN RETE. Veniamo ai fatti! Da tanto tempo ormai l’acqua a CETRARO non è potabile a causa di condotte gruviera e mancanza assoluta di manutenzione negli acquedotti, come in tutti gli altri…

L’acqua è di nuovo potabile

Lo stabilisce un’ordinanza del Sindaco che revoca il precedente provvedimento con il quale veniva dichiarata la non potabilità dall’acqua nelle frazioni: Marina, Lampezia, Vonella, Battendieri, San Filippo e Santa Lucia. L’ordinanza recitava: “Tale divieto viene disposto fino a quando non verranno completati gli accertamenti tecnici ed igienico sanitari in corso e sarà revocato appena  possibile con successiva ordinanza”.  

Non potabilità dell’acqua: nuova l’ordinanza sindacale

Marina, Lampezia, Vonella, Battendieri, San Filippo e Santa Lucia. Sono queste le frazioni interessate dall’ultima ordinanza pubblicata oggi sull’Albo Pretorio del Comune di Cetraro e relativa alla non potabilità dall’acqua. “Tale divieto – si legge – viene disposto fino a quando non verranno completati gli accertamenti tecnici ed igienico sanitari in corso e sarà revocato appena  possibile con successiva ordinanza”.

Potabilità dell’acqua: lettera aperta del Movimento 5 Stelle

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta che il Movimento 5 Stelle Meetup di Cetraro scrive al Sindaco, Giuseppe Aieta, e a tutta l’Amministrazione Comunale sulla questione “potabilità dell’acqua pubblica”. “A nome del Movimento 5 Stelle Meetup di Cetraro inviamo questa lettera aperta per chiedere spiegazioni sul servizio idrico in generale e, in particolare, la potabilità dell’acqua pubblica”. “Con Ordinanza sindacale Nr° 42 del 15/10/2013 si è comunicato alla cittadinanza la non potabilità dell’acqua: ‘Ordina alla cittadinanza residente nelle frazioni: Marina, San Pietro, Vurghe, Acqua degli Angeli, Lecara, Sinni, Salineto, Vonella, Santo Ianni, Battendieri, San Biagio, Santa Lucia e nel Capoluogo…

Frazione Marina: l’acqua è di nuovo potabile

Il Sindaco, con l’Ordinanza numero 53 del 16 dicembre 2013, revoca la non potabilità dell’acqua per la frazione Marina stabilita con l’Ordinanza Sindacale 42/2013. Quest’ultima, infatti, imponeva la non potabilità dell’acqua in diverse zone di Cetraro, tra cui, appunto, la frazione Marina. Ora, si legge sulla nuova Ordinanza, visti i risultati delle analisi effettuate sui campioni “prelevati in data 09.12.2013” e realizzate dalla CAIFEL srl, viene revocata la non potabilità per la sola frazione Marina. Ecco l’Ordinanza di cui sopra.

Tubature rotte: disagi nel Centro Storico

Riceviamo e pubblichiamo la seguente mail con foto allegate. “Ecco cosa ci è successo. La causa è da imputarsi alla rottura di alcune tubature – che interessano la zona di vico Frischera e Largo Signora Finita – e che hanno inondato letteralmente il quartiere. Naturalmente,  ci siamo rivolti all’Amministrazione Comunale, chiedendo loro di prendere seriamente in considerazione le problematiche che interessano i vicoli, magari approntando provvedimenti adeguati a risolvere il caso, visto che, tra l’altro, il verificarsi dell’evento fu “previsto” e segnalato svariato tempo prima che questo accadesse dai residenti della zona”.