Press "Enter" to skip to content

Trofeo Porto di Cetraro – Tyrrenium Lions Cup: il resoconto

Anche quest'anno tante barche in acqua per la competizione più attesa a Cetraro. L'evento è stato un vero trionfo tra partecipazione ed organizzazione

Last updated on 1 Settembre 2017

Si è svolta sabato 26 agosto 2017 a Cetraro l’ottava edizione della regata d’altura del Trofeo Porto di Cetraro – Tyrrenium Lions Cup, organizzata dalla Lega Navale Italiana sezione di Cetraro in collaborazione con i Lions Club: – di Cosenza “Castello Svevo”, – di Guardia Piemontese “Città dei Valdesi”, – di Amantea, con il patrocinio del Comune di Cetraro.

La prestigiosa “regata velica d’altura e di solidarietà“, tanto attesa dagli sportivi e dai velisti, pronti a cimentarsi nella competizione si è tenuta a Cetraro Marina, nelle acque tra il fiume Aron e la spiaggia di Lampetia, in modo da consentire a tutti sia dalla spiaggia che dalle loro abitazioni di assistere ad un avvenimento tanto spettacolare quanto inusuale.

Già da tre anni l’evento è stato caratterizzato dalla solidarietà verso le famiglie bisognose. I club dei Lions, il Comune di Cetraro, due supermercati di Belvedere, ed anche gli equipaggi delle barche in competizione hanno partecipato donando somme in denaro.

L’ammontare raccolto verrà devoluto alle Caritas di Cetraro e di Belvedere Marittimo le quali a loro volta provvederanno a fare dei buoni spesa da destinare a famiglie indigenti.

Il vento è purtroppo stato leggerissimo ed incostante con  zone di calma e le imbarcazioni hanno sofferto procedendo molto lentamente tra le boe. Il successo della manifestazione è stato chiaro già al briefing quando, presso la sede della Lega Navale di Cetraro, gli organizzatori hanno constatato una moltitudine di equipaggi che intendevano iscriversi alla regata. Per la prima volta tra tutte le manifestazioni in Cetraro sono iscritte più di trenta imbarcazioni, alcune di queste a motore per assistere più da vicino alla regata.

Il richiamo di tale manifestazione, giunta all’ottava edizione, è stato forte, anche sotto la spinta del Consigliere LNI Sergio d’Elia che ha divulgato sulla banchina il significato e l’importanza della manifestazione.

Al briefing, tenutosi presso la sede della Lega Navale di Cetraro il consigliere della Lega Michelangelo Ferraro ha fornito le indicazioni tecniche della regata, quali la posizione delle boe, il percorso ed anche alcune raccomandazioni per evitare gli abbordi in mare. La partenza è stata fissata  alle ore 15,30 ed il termine massimo per tagliare il cancello di arrivo è stato stabilito alle ore 18,00.

Il percorso previsto formava un triangolo “olimpico” in quanto prevedeva nel suo complesso tutte le andature possibili: dapprima una bolina stretta verso ponente con la boa posta nei pressi dell’Hotel S. Michele; poi un traverso – lasco al largo verso la seconda boa ed infine una bolina, fino al traguardo. Poiché il vento era debole si è deciso di limitare ad un giro la regata per complessive 3,0 miglia nautiche teoriche.

Il percorso, per la massima parte sottocosta, ha consentito uno spettacolo ravvicinato per i bagnanti.

E’ stata una manifestazione sportiva alla quale hanno partecipato barche da crociera pura e barche da regata ma anche motorsailer. Le caratteristiche delle varie tipologie sono diversissime tra loro: alcune pesanti e poco invelate perché costruite per permettere una crociera confortevole; altre, quelle da regata sono leggere, più performanti con una superficie velica maggiore e molto più spartane. Esiste quindi una difficoltà oggettiva a renderle il più omogenee possibile con delle compensazioni soddisfacenti, specialmente quando sono imbarcazioni che si affacciano per la prima volta ed “una tantum” ad una regata non professionale.

Si sono iscritte alla competizione: “JENTHO” di Fiore Gaudio, “HIDRA” di Francesco Burza,BENEDETTA” di Sergio Parisi, “CAPO HORN” di Paolo Romani,ALPHA EXCALIBUR” del club nautico di Paola, SEGUGIOdi Mauro De Caro, “TAM TAM CUCCY di Sergio d’Elia, “TUCANA” di Luca Soda, “BIRBA” di Chiara Buonavolontà, “FURIA” di Walter Anselmucci, “PANTA REI” di Giovanni Carusio, “SYBARIS” di Piero Gabriele, ALFRAN”, di Oscar Serafini, “GIOKO'” di Corrado Zoccali, “TOCAR MADERA” di Bruno Di Sabatino, “AVVENTURA” di Fabio Leporini, “PROVIAMOCI” di Luca Cauterucci, “NOEMI” di Massimo Bilotta, “ALBATROS” di Paolo Martini, “BRAMINO” di Ferruccio Rizzuti, “VICTORIA” di Leopoldo Cesareo, “ORTIGIA” di Giorgio Lo Feudo,  e “ISABELLA” di Antonio Mantovano.

Lo spettacolo è stato straordinario perché tante vele si incrociavano a vele spiegate  con virate e strambate e da terra i bagnanti hanno potuto godere dello spettacolo inusuale.

La sera tutti gli armatori e gli equipaggi con i loro familiari (oltre 180 persone) sono stati accolti nel piazzale antistante presso la sede della Lega Navale Italiana dove si è avuta la premiazione. Consiglieri e soci si sono attivati per consentire una perfetta organizzazione dell’evento.

La premiazione si è svolta in un’atmosfera serena e spensierata, accompagnata dalla musica del bravo pianista maestro Paolo Aragona, conosciuto in tutta Europa  per i suoi tour, che ha allietato l’atmosfera fino a tarda serata con un repertorio vario e piacevole di canzoni.

Il premio Giacinto De Caro, presidente fondatore della Lega Navale Italiana sezione di Cetraro, è stato assegnato al Comune di Cetraro per il costante aiuto alle attività sportive in Cetraro ed è stato ritirato dal vice sindaco Fabio Angilica.

Presenti varie autorità dei Lions tra cui il presidente della VI circoscrizione Salvatore Bencardino. Erano inoltre rappresentati 7 clubs Lions.

Tutti gli intervenuti hanno plaudito alla manifestazione che ogni anno diventa sempre più partecipata e sentita con la presenza di tante barche d’altura in acqua. Hanno poi ringraziato gli armatori, gli equipaggi e soprattutto la Lega Navale italiana, sezione di Cetraro che ha, come sempre, ben organizzato l’evento sotto tutti gli aspetti. Hanno anche elogiato l’iniziativa della solidarietà verso i bisognosi che risulta di questi tempi fondamentale e di esempio morale, specialmente in una manifestazione sportiva.

E’ stato offerto uno splendido buffet annaffiato da una ricca ed abbondante degustazione di vini CALABRESI alla presenza del presidente regionale della Federazione del Sommelier CONVERTINI.

In ultimo ha preso la parola il Presidente della LNI Michele Vattimo ha infine sottolineato il progresso che la Lega, con l’aiuto di tutti i consiglieri, ha compiuto negli ultimi anni, con il raddoppio degli iscritti, con la propria presenza nelle manifestazioni salienti in Cetraro e con la splendida riuscita della odierna regata TyrreniumCup – Lions che ha attratto tante imbarcazioni. Vattimo ha infine annunciato che il giorno 29 agosto verrà inaugurato il sollevatore per disabili che intendono imbarcarsi per la velaterapia, ed ha sottolineato che sarà la prima struttura idonea allo scopo presente in tutta la Calabria.

Il consigliere della LNI addetto allo sport Michelangelo Ferraro, che ha dato un sostanziale e necessario contributo alla realizzazione della manifestazione, ha fatto anche da moderatore per la consegna dei premi che sono consistiti in coppe e targhe donate a tutte le imbarcazioni partecipanti.

I premi sono stati così distribuiti: Trofeo Porto di Cetraro alla classe Vele Bianche oltre i 10 metri: Tocar Madera, Alpha Excalibur e Alfran. Alla classe “REGATA” a: “Hidra“, “Noemi”  e a “Avventura” ( Trofeo Tyrrenium Lions Cup a “Avventura“, a “Alfran” e ad “Hidra” (in tempo compensato). Alla clase crocieraa a l di sotto dei 10 m. a Panta Rei, Albatros e a Tam Tam Cuccy.

Le foto (scattate da Damiano Giglio) così come i dati della regata sono disponibili presso la sede della LNI al porto.

Anche quest’anno un drone ha sorvolato la zona, riprendendo le fasi salienti della regata, fornendo immagini suggestive del campo di regata e dei partecipanti la manifestazione, immagini che verranno poi poste sul sito della LNI di Cetraro.

Un augurio per tutti gli sportivi e gli spettatori: buon vento e arrivederci al prossimo anno!

LEGA NAVALE ITALIANA – SEZIONE DI CETRARO