Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Mario Braile”

Artisti nostrani: il maestro Osvaldo Iorio

Nella ricorrenza della Santa Pasqua, è utile proporre ai giovani e meno giovani la eccezionale opera L’Ultima Cena del bravissimo maestro Osvaldo Iorio, nativo nella vicina Paola ed ivi residente, uno degli artisti più importanti del panorama calabrese e nazionale. È un’opera a dir poco sovrumana, tanto è la precisione e la dovizia di particolari che emergono dalla scultura, realizzata interamente in ferro e lamiera d’acciaio in grandezza naturale. La movenza dei personaggi e le fattezze dei loro volti sono una testimonianza della bravura del grande maestro che ha saputo infondere nei visi, nelle pieghe degli indumenti e nel portamento dei…

C’era una volta un… campo

Lucky at cards, unlucky in love. Così recitano gli inglesi, motto che equivale al nostro “Fortunato nel gioco, sfortunato in amore”. Sì in amore, perché è l’amore che manca alla stravincente squadra di calcio del “Cetraro FC 2014“. L’amore che spetta da parte di tutta la cittadinanza ma, soprattutto, da parte di chi amministra la cosa pubblica. Lo sanno tutti, persino le pietre, quali sono le tristi vicende del  Comunale di Cetraro. C’era una volta un campo! E Cetraro ha sempre avuto un campo di calcio, seppure improvvisato, rabberciato, …contrabbandato da campo di calcio. Ma lo ha avuto. Sin dai…

Inesattezze d’autoring… e mitica 500!

Per quanto sia mitica e diffusissima la Fiat 500, essa spesso subisce, tuttavia, qualche “torto”. Ma questa volta a sferrarle l’offesa sulla primogenitura sono personaggi di grosso calibro, ovvero il trio della direzione del nuovo film “Il ricco, il povero e il maggiordomo” di Aldo, Giovanni e Giacomo che lo dirigono insieme con Morgan Bertacca e di prossima presentazione. In una delle scene, riportate dal quotidiano “il Giornale” del 18 giugno nella rubrica Ciak , infatti, appare la mitica 500 che, ahimè, in questo caso è un “falso d’autore”. Ci spieghiamo meglio. La 500 usata dal cast e che viene…

Il vento, il sospiro di Madre Natura

Dicembre e gennaio, si sa, sono i mesi più temibili sulla costa tirrenica per i forti temporali e le fortissime correnti d’aria che si riversano lungo la SS 18 e sul litorale. Ecco cosa è successo il 30 dicembre 2004, giorno di S. Eugenio, lungo il viadotto San Tommaso nel comune di Bonifati, teatro non per la prima volta di situazioni simili. Ricordiamo che un altro autocarro del genere (ne custodiamo le foto) ha subito, nello stesso tratto, la stessa sorte il 20 gennaio 1981. Altri due episodi identici, sempre nello steso punto, si sono verificati nel 2012. L’ultimo caso…

“Natali i nu zuoppu” e “U vrascieri”

In queste ore, ho ricevuto una mail inviatami dal Prof. Mario Braile – che ringrazio per gli Auguri a noi rivolti –  il quale, attraverso le poesie pubblicate di seguito, ci riporta al vero significato del Natale e all’importanza di quell’unione familiare, ormai perduta. Il prof. scrive: “Gentilissima Denise, in occasione della celebrazione della Santa Messa serale presso la Colonia San Benedetto, il celebrante Don Loris durante l’omelia ha tenuto a precisare la validità delle scelte cristiane volte in direzione della difesa dei valori familiari, del rispetto verso gli umili e i poveri, in antitesi al consumismo sfrenato che oggi…

A proposito di incendi…

Da sempre suggestionato e turbato dai gravi danni alla natura perpetrati ad opera dei soliti “igniti”, altrimenti chiamati  piromani, mi è piaciuto immortalare tali vergogne in una serie di foto. Queste ultime fanno parte, debitamente corredate di didascalia, del mio diario virtuale dal titolo “Risatine a denti stretti – le foto satiriche”. L’occasione della pubblicazione di alcune foto presentate di recente dal post sull’argomento, mi offre l’opportunità di inviare a codesta Redazione alcune pagine,  a proposito, che suonano da vero monito.

Nel ricordo di Benedetto

[ndr, riceviamo e pubblichiamo] “Spettabile Redazione, vorrei informare la collettività cetrarese, attraverso le pagine di codesto portale, della prematura scomparsa di un degno figlio della nostra comunità, Benedetto Ricco. Il povero Benedetto è deceduto improvvisamente in casa di congiunti, lunedì scorso, a Milano dove si recava regolarmente ogni mese. La sua Milano ha voluto accoglierlo nell’ultimo abbraccio, dopo averlo visto sin da ragazzo crescere fra le sue mura, dove ha vissuto gran parte della vita per motivi di lavoro. E’ nel capoluogo lombardo, infatti, che il compianto Benedetto si era trasferito sin dagli anni Sessanta, ancora ragazzino, come apprendista meccanico, diventando…

Sulle ultime vicende politiche…

“Cara Redazione, sulla scorta degli ultimi interessantissimi post di codesto Portale, “Il Patto per la città non ha più la maggioranza”, “La maggioranza perde pezzi?”, “Maggioranza: problema risolto!” e dei relativi altrettanto interessanti commenti, invio  ritaglio di un quotidiano locale di sabato 1° dicembre corrente, che sintetizza, a beneficio dei lettori, le ultime vicende della “nostra” Amministrazione. La mia iniziativa, dettata come sempre da spirito civico, vuole aggiungere un modesto contributo alla informazione e non è certo presa per… “pontificare” come dice tale ‘Carmine’. Mi sembra davvero un’aberrazione e una singolarità che qualche commentatore, ora e in altra parte dello…

Il Ciclone a Cetraro e i fantasmi del passato

Riceviamo e pubblichiamo una mail del Prof. Mario Braile in merito ai dati Arpacal diffusi dal Sindaco Giuseppe Aieta e pubblicati con il post Ciclone su Cetraro: la nota del Sindaco. (ndr) “Gent. ma Denise, leggo nel Suo post, “Ciclone su Cetraro: la nota del Sindaco”,  il contenuto del messaggio del primo cittadino a proposito dell’eccezionale fortunale abbattutosi su Cetraro il 13 settembre. Mi sorprende non poco il fatto che, a discolpa di ogni responsabilità sull’accaduto, si ricorra ai dati statistici dell’Arpacal comparativi dei processi climatici nella nostra zona. Mi sembra abbastanza riduttivo fare riferimento a tali argomentazioni nelle quali…

I lampioni e la riqualificazione del Borgo

Riceviamo e pubblichiamo un commento del Prof. Mario Braile sul degrado ambientale dal titolo “I lampioni del Borgo“. Ringraziamo il Professore per la gentile collaborazione. “Approfitto della solita ospitalità per far giungere al “nostro” pubblico qualche pagina estrapolata dai miei “diari” ( Le foto satiriche ) che per passatempo, di tanto in tanto, appunto senza pretesa alcuna di divulgazione editoriale. Non voglio aggiungermi alla cospicua pletora di giornalisti, scrittori e pubblicisti vari che Cetraro annovera (sempre buon segno di civiltà e di cultura). Nutro, pertanto, la forte speranza di non annoiare quegli “internauti” che avranno la curiosità o la pazienza…

2022 - 2023 © SCS Srl