Press "Enter" to skip to content

Santa Lucia: appello di Spanò

“Ripristinate il tratto di strada dissestato che da contrada Santa Lucia arriva fino a Caparrua”. È questo il messaggio contenuto nell’ultimo comunicato stampa rilasciato da Mirko Spanò, di Autonomia e Diritti. L’esponente cetrarese invita il sindaco Aieta a prendere provvedimenti in merito alla strada citata ed a rimuovere la discarica abusiva ivi presente. «Presso tali contrade – si legge nel comunicato – la strada è dissestata e vi è la presenza di molte buche, oltre ad una piccola discarica abusiva. La circolazione delle auto, inoltre, diventa a tratti difficoltosa, per la scarsa visibilità dovuta all’erba alta lungo il percorso in questione.…

Last updated on 26 Febbraio 2017

Ripristinate il tratto di strada dissestato che da contrada Santa Lucia arriva fino a Caparrua”. È questo il messaggio contenuto nell’ultimo comunicato stampa rilasciato da Mirko Spanò, di Autonomia e Diritti.

L’esponente cetrarese invita il sindaco Aieta a prendere provvedimenti in merito alla strada citata ed a rimuovere la discarica abusiva ivi presente.

«Presso tali contrade – si legge nel comunicato – la strada è dissestata e vi è la presenza di molte buche, oltre ad una piccola discarica abusiva. La circolazione delle auto, inoltre, diventa a tratti difficoltosa, per la scarsa visibilità dovuta all’erba alta lungo il percorso in questione. Alcuni residenti delle contrade hanno sollecitato il primo cittadino Aieta affinché effettuasse i lavori di ripristino, ma l’amministrazione comunale di Cetraro non è ancora intervenuta. I residenti sono in attesa che vengano eseguiti i lavori riguardanti il dissesto del manto stradale e la pulizia dello stesso da circa cinque anni».

«Altri problemi da risolvere con urgenza – continua la nota – riguardano la mancanza di acqua potabile, la quale già dal mese di marzo perviene con il contagocce, procurando enormi disagi agli abitanti; nonché la mancata realizzazione di alcuni bracci di fognatura, che consentirebbero l’allaccio alle abitazioni rimaste escluse. In contrada Santa Lucia mancano, poi, le aree per la raccolta differenziata dei rifiuti, i cassonetti sono posti in aree di fortuna, senza alcuna pavimentazione o recinzione;  il mancato ancoraggio dei cassonetti stessi, viste le raffiche di vento che hanno imperversato nei mesi scorsi, ha rappresentato un serio pericolo per gli automobilisti in transito; ed ancora, la mancata manutenzione dell’illuminazione pubblica,  che in alcune zone risulta totalmente inefficiente».

Comments are closed.