Cetraro In Rete • CiRNews.it

L’informazione che mancava

Rifiuti marini, Cetraro primo punto di stoccaggio

- Bandi e avvisi

Il Comune di Cetraro diventa il primo punto di stoccaggio del Tirreno cosentino dei rifiuti marini. Un progetto – approvato dalla Regione Calabria tramite il Flag “La Perla del Tirreno” – per un importo di 50mila euro

Facebook

CETRARO (CS) – Continua l’azione in favore del territorio da parte del Flag “La Perla del Tirreno”, del suo presidente Gabriella Luciani, del CDA, della Compagine Societaria tutta e della struttura tecnica del gruppo di azione locale.

L’ennesimo atto di buon operato è la firma della convenzione, per un importo di 50mila euro, in favore del Comune di Cetraro che, di fatto, diventa ora il primo punto di stoccaggio del Tirreno cosentino per i rifiuti marini. Un progetto approvato dalla Regione Calabria tramite – appunto – il Flag “La Perla del Tirreno”, e siglato ieri alla presenza del Sindaco di Cetraro Angelo Aita e del dirigente regionale dottor Cosimo Carmelo Caridi.

«Il Comune di Cetraro – ha spiegato il presidente Luciani –, anche per espressa volontà del Sindaco Aita, diventa il primo sito di stoccaggio a disposizione esclusivamente del comparto ittico per gli scarti di lavorazione del pesce, per gli imballi di polistirolo e i rifiuti marini del territorio».

«I rifiuti marini – continua – incidono in maniera fortemente negativa sull’attività dell’intero Comparto, sia dal punto di vista economico che ambientale. Ora, grazie all’attività del Comune di Cetraro, al Flag “La Perla del Tirreno” e alla Regione Calabria, ci sarà possibilità di un recupero, di uno stoccaggio e, successivamente, di un riciclo».

«Un grande passo in avanti – conclude – che rappresenta, per i nostri pescatori e tutti gli altri operatori del settore un’azione migliorativa che incentiva a mettere in atto operazioni di prevenzione e quindi di riduzione dei rifiuti, preservando la qualità ambientale e dell’ecosistema marino, riducendo sempre più il quantitativo di rifiuti che accidentalmente può disperdersi in mare».

COMMENTI AL POST
AUTORE DEL POST: Francesco Forestiero




Scroll Up