Press "Enter" to skip to content

La SA-RC come il Porto Turistico di Cetraro

E SE RENZI AVESSE RAGIONE? di Giuseppe Aieta Consigliere Regionale già Sindaco di Cetraro (CS) Il video che sta spopolando in questi giorni riprende il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che incontra i giornalisti stranieri. Nulla di strano se non fosse intervenuta una dichiarazione del Premier che annuncia l’inaugurazione della SA-RC per il 22 Dicembre 2016. Un annuncio spericolato e pieno di insidie che Renzi avrà calcolato prima di avventurarsi su un sentiero pericoloso che è appunto quello della più grande incompiuta d’Europa. La vita di ogni uomo o donna del mezzogiorno è stata accompagnata dall’incubo di questa strada mai conclusa…

Last updated on 25 Febbraio 2017

E SE RENZI AVESSE RAGIONE?
di Giuseppe Aieta

Consigliere Regionale già Sindaco di Cetraro (CS)

Porto-di-Cetraro
Il video che sta spopolando in questi giorni riprende il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che incontra i giornalisti stranieri. Nulla di strano se non fosse intervenuta una dichiarazione del Premier che annuncia l’inaugurazione della SA-RC per il 22 Dicembre 2016.

Un annuncio spericolato e pieno di insidie che Renzi avrà calcolato prima di avventurarsi su un sentiero pericoloso che è appunto quello della più grande incompiuta d’Europa. La vita di ogni uomo o donna del mezzogiorno è stata accompagnata dall’incubo di questa strada mai conclusa e sempre annunciata come priorità di ogni governo. Mai, però, un Presidente del Consiglio si era spinto a tanto indicando, addirittura, giorno e anno!

Mi sembra di rivivere l’esperienza personale che insieme ai miei collaboratori abbiamo vissuto quando, annunciando il completamento del Porto Turistico di Cetraro, si scatenò una grande risata generale che, però, non ci seppellì. Lo scheletro del Porto era lì dal 1952 ed era un luogo volgare, grigio, senz’anima, fuori dalla Sovranità dello Stato. Una struttura nefasta per la città per le ingenti risorse finanziarie che il Comune era stato costretto a sborsare per continui contenziosi legali senza mai avere un centesimo nelle casse comunali. Annunciammo il completamento del Porto nell’ironia generale dopo aver valutato attentamente la realizzabilità di quell’annuncio. Ricordo intere giornate vissute a considerare ogni dettaglio della vicenda con la mia Giunta e, soprattutto, con il mio Assessore ai Lavori Pubblici, Angelo Aita, oggi Sindaco della Città e protagonista di quella conquista. Il Porto Turistico di Cetraro è una delle più grandi sfide mai vinte in Calabria: 600 posti barca, servizi di alta qualità come testimoniano le riviste di nautica, impianto di carburante, carro ponte, video sorveglianza, servizi igienici con ogni confort, forti investimenti già programmati per le attività commerciali che nasceranno a breve ed un introito per le casse comunali di circa 1 milione di euro. Tutto realizzato con protocolli d’intesa contro le infiltrazioni mafiose.

sincado-Giuseppe-AietaMatteo Renzi visitò il Porto Turistico di Cetraro e ne rimase colpito per la bellezza di quel luogo. Ecco perché credo che Renzi abbia valutato ogni dettaglio e si sia avventurato in un impegno.

Per un uomo delle istituzioni che, tra l’altro, ha rivestito la carica di Primo Cittadino della propria città, che è la più delicata sul versante degli annunci, riuscirebbe davvero incomprensibile farsi un danno che gli sarebbe rinfacciato all’infinito. Anche perché sa bene, per aver fatto il Sindaco magnificamente, che nei Comuni quando si annuncia e non si realizza i cittadini sono pronti – giustamente – a ridicolizzarti soprattutto oggi che la democrazia 2.0 ti offre strumenti per poter esprimere un giudizio con estrema facilità.

La risata dei giornalisti stranieri che esplode all’annuncio di Renzi sulla SA-RC non è – come qualcuno vorrebbe far passare – scaturita dalla scarsa credibilità del Premier ma – sono certo – dall’incredulità verso una soluzione sempre annunciata per la quale nessuno è stato in grado di definire tempi certi.

Se Renzi avesse ragione, dunque, rideremmo solo noi alle nostre latitudini. Ma di gioia!

R&P

Comments are closed.