Press "Enter" to skip to content

Ginecologia e Ostetricia restano a Cetraro. Aieta: “Un grazie al Sindaco Aita e alle Organizzazioni Sindacali”

“La notizia relativa alla revoca del trasferimento della ginecologia ( ma non dell’Urologia e della Chirurgia ) dall’ospedale di Cetraro è solo un primo passo verso un clima di ragionevolezza cui piano piano si sta pervenendo”.

Last updated on 31 Marzo 2020

Inizia così la nota pubblicata dal consigliere regionale Giuseppe Aieta, e continua: “L’assunzione di responsabilità del Primario, e del reparto tutto, era già stata confermata nella riunione con tutti i Primari che insieme al Sindaco avevamo convocato proprio per gestire nel migliore dei modi questa emergenza”.

“A tal proposito devo esprimere un pubblico ringraziamento alle Organizzazioni Sindacali che stanno svolgendo un ruolo fondamentale nella vicenda mantenendo un atteggiamento sempre coerente e mai contraddittorio come pure è avvenuto e sta avvenendo per altri soggetti istituzionali in questi giorni. La qualità dei Sindacati è stata sempre di sostegno alle giuste battaglie e chi rappresenta le Istituzioni deve sempre tenerne conto”.

“Infine, è mio dovere esprimere un sentito apprezzamento al Sindaco di Cetraro, Angelo Aita, per la condotta ineccepibile manifestata in questa crisi e per la serietà con cui sta garantendo la sicurezza dei cittadini attraverso atti che – come quelli dei giorni scorsi – hanno prodotto i risultati odierni”.

“Siamo in continuo contatto con il commissario ad acta, Gen. Cotticelli, e la Presidente della Regione, Jole Santelli, che sulla destinazione Covid degli ospedali hanno detto parole chiare ed inequivocabili. La confusione ingenerata sulla destinazione Covid dell’Ospedale di Cetraro ha creato non poche preoccupazioni tra i cittadini e gli operatori sanitari a causa di posizioni contraddittorie che, oggi, sembrano aver imboccato la via che molto modestamente insieme al Sindaco, ai Primari e alle OO.SS. avevamo indicato”.