Press "Enter" to skip to content

È partito l’Open Internazionale di scacchi

È iniziato il 27 marzo, presso il Palazzo Del Trono di Cetraro il primo Open Internazionale di scacchi organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cetraro e dall’Associazione Crupi di Amantea per tramite del Prof. Luigi Forlano. Al torneo, che si tiene tutti i giorni fino al 30 marzo nelle prestigiose sale del Palazzo cetrarese, oggi sede museale, partecipano circa quaranta concorrenti provenienti dai principali paese europei che si sfideranno, secondo il sistema svizzero con 7 turni e tempo di riflessione un’ora e mezza, fino alla finale prevista per dopodomani. Oltre all’Open Internazionale è previsto anche un Open Amatoriale “Nettuno”…

Last updated on 26 Febbraio 2017

È iniziato il 27 marzo, presso il Palazzo Del Trono di Cetraro il primo Open Internazionale di scacchi organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cetraro e dall’Associazione Crupi di Amantea per tramite del Prof. Luigi Forlano.

scacchi+Al torneo, che si tiene tutti i giorni fino al 30 marzo nelle prestigiose sale del Palazzo cetrarese, oggi sede museale, partecipano circa quaranta concorrenti provenienti dai principali paese europei che si sfideranno, secondo il sistema svizzero con 7 turni e tempo di riflessione un’ora e mezza, fino alla finale prevista per dopodomani. Oltre all’Open Internazionale è previsto anche un Open Amatoriale “Nettuno” che darà la possibilità anche ai non classificati di confrontarsi sulle scacchiere ed ambire al trofeo “Nettuno” dedicato al simbolo della cittadina tirrenica.

A darne notizia è l’Assessore Fabio Angilica che ha curato l’evento: “dal 27 al 30 marzo avremo l’opportunità di ospitare nelle sale di Palazzo Del Trono uno dei più importanti eventi scacchistici della regione, capace di coinvolgere un buon numero di partecipanti provenienti da tutta Europa che avranno, tra l’altro, la possibilità non solo di confrontarsi in questa appassionante disciplina, ma soprattutto di venire a contatto con i più suggestivi luoghi della nostra cittadina e scoprirne l’alto valore storico e culturale”.

I concorrenti, infatti, potranno visitare gratuitamente il Museo dei Brettii e del Mare e scoprire l’importante patrimonio architettonico custodito nel centro storico cittadino.

Il programma del torneo prevede inoltre la convenzione con strutture ricettive della zona e con un ristorante del centro storico che per quattro giornate offrirà ai partecipanti i piatti della tradizione cetrarese.

Come dire, un piccolo modo per dare, anche attraverso la cultura, un po’ di ossigeno alle attività commerciali della zona.

536196_522654001124213_2059212927_n

Comments are closed.