Press "Enter" to skip to content

Cetraro finisce al porto?

È arrivata l’estate. E come tutti gli anni basta recarsi al porto per vedere l’acqua che viene riversata in mare… Acqua, giustamente pagata dai diportisti, ma che potrebbe servire anche per le abitazioni. La domanda, quindi, è sempre la stessa: noi, per caso, non paghiamo? Perché a Lampetia non dobbiamo avere un servizio che per legge non può essere negato? Qui si può usufruire dell’acqua fino alle otto del mattino, e con una pressione ottimale, poi, il tutto si riduce ad un “filo per cucire”. Sempre per rimanere in tema estivo, mi chiedo: come può non mancare il fuggi fuggi…

Last updated on 25 Febbraio 2017

È arrivata l’estate. E come tutti gli anni basta recarsi al porto per vedere l’acqua che viene riversata in mare… Acqua, giustamente pagata dai diportisti, ma che potrebbe servire anche per le abitazioni.

Porto di CetraroLa domanda, quindi, è sempre la stessa: noi, per caso, non paghiamo? Perché a Lampetia non dobbiamo avere un servizio che per legge non può essere negato? Qui si può usufruire dell’acqua fino alle otto del mattino, e con una pressione ottimale, poi, il tutto si riduce ad un “filo per cucire”. Sempre per rimanere in tema estivo, mi chiedo: come può non mancare il fuggi fuggi generale per trovare un’abitazione più lontana ed usufruire così dei servizi igienici?

E sì, è proprio così! I proprietari delle abitazioni sono costretti o a tappare la condotta che porta alla rete fognaria o a prendersi la loro parte delle “acque nere” nei propri cortili o nei garage.

Ricordo che tempo fa il Comune valutò la possibilità di ripulire la rete – intervento che avrebbe permesso di stare tranquilli per più anni – ma poi nulla è successo, anche se centinaia sono state le chiamate alla ditta appaltatrice e all’Ente stesso.

E mi sorge un’altra domanda: perché non chiudiamo Lampetia per sempre senza dare modo di uscire ed entrare?

E già, Cetraro, ormai, finisce al porto… o no?

Comments are closed.