Press "Enter" to skip to content

Cetraro entra a far parte della Fondazione “Calabria Roma Europa”

«La proposta del consigliere comunale di Roma è un modo per veicolare l’immagine della Calabria nel mondo. Siamo onorati di avere assunto un tale impegno. Ci dà l’opportunità di far conoscere il nostro territorio anche a livello nazionale e internazionale». È quanto ha affermato il sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta, durante un incontro organizzato dalla Fondazione “Calabria Roma Europa” per celebrare l’adesione del Comune alla stessa fondazione. Assieme a Cetraro, hanno aderito il comune di Scalea e quello di Belvedere Marittimo che vanno ad aggiungersi ai comuni di Vibo Valentia, Locri, Soverato e Davoli. Durante l’incontro si è parlato di…

Last updated on 25 Febbraio 2017

«La proposta del consigliere comunale di Roma è un modo per veicolare l’immagine della Calabria nel mondo. Siamo onorati di avere assunto un tale impegno. Ci dà l’opportunità di far conoscere il nostro territorio anche a livello nazionale e internazionale».

È quanto ha affermato il sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta, durante un incontro organizzato dalla Fondazione “Calabria Roma Europa” per celebrare l’adesione del Comune alla stessa fondazione.

Assieme a Cetraro, hanno aderito il comune di Scalea e quello di Belvedere Marittimo che vanno ad aggiungersi ai comuni di Vibo Valentia, Locri, Soverato e Davoli.

Durante l’incontro si è parlato di ambiente, sviluppo e formazione.

Erano presenti il presidente della fondazione, nonché consigliere comunale capitolino, Domenico Naccari, il deputato del Pdl, Giovanni Dima, il senatore Franco Bevilacqua, il presidente della Commissione sanità del consiglio regionale Nazareno Salerno, il sindaco di Scalea Pasquale Basile, il sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta e l’assessore di Belvedere Marittimo, Vincenzo Cristofaro.

Ha coordinato i lavori il caposervizio della Gazzetta del Sud, Arcangelo Badolati.

Il presidente, Domenico Naccari, ha spiegato che: «la fondazione ha come obiettivo il rilancio delle eccellenze calabresi atte a favorire una serie di rapporti culturali e sinergici tra la capitale e appunto la Calabria. Mi sono reso conto che Roma è un centro importate per la Calabria per cui era importante creare una struttura ponte anche attraverso iniziative culturali».

Comments are closed.