Press "Enter" to skip to content

Cennamo: “No alla riconversione dei posti letto”

Il Sindaco di Cetraro invia una nota indirizzata a Commissario straordinario dell’Asp, Dott.ssa Cinzia Bettellini, al Commissario straordinario per il piano di rientro, Dott Guido Longo, al Ministro della Salute On. Roberto Speranza e al Presidente f.f. Regione Calabria Dott. Antonio Spirlì.

“Facendo seguito alla mia precedente, del 1 dicembre 2020 prot. 10783 nella quale chiedevo l’immediata attivazione dei previsti posti letto di Terapia semi intensiva nel Presidio Ospedaliero di Cetraro come da D.c.a. n 91 del 18/06/2020;

Considerata la necessità di intervenire con urgenza vista l’evolversi della situazione pandemica;

Considerato che per l’emergenza pandemica sono previste risorse straordinarie da destinare agli Ospedali;

Venuto a conoscenza della nota del 1.01.2020 a firma del direttore dr. Natale Sraface, nella quale si richiama una nota a firma del Commissario Straordinario, in cui si prevede l’immediata riconversione dei posti letto di terapia intensiva del P.O. di Cetraro a posti Covid-19 dedicati con trasferimento immediato dei pazienti attualmente ricoverati presso altre rianimazioni dell’Asp di Cosenza;

Considerato che la commissaria dell’Asp di Cosenza con nota stampa comunicava l’attivazione di nuovi posti letto Covid-19 nel P.O. di Cetraro con la garanzia di mantenimento delle attività già esistenti nella struttura ospedaliera;

Visto che l’area nord del Tirreno Cosentino confluisce nella prima struttura pubblica di Cetraro e che l’Hub di Cosenza dista 115 chilometri dalla porta nord della Calabria;

Considerato altresì necessario garantire la tutela della salute dei cittadini; Visto che è stato allestito l’Ospedale da Campo;

Visto che Emergency è in procinto di destinare posti letto per fronteggiare l’emergenza pandemica;

Considerato che il Consiglio Comunale nella seduta ordinaria del 30 novembre ha approvato una mozione nella quale chiede di considerare l’ammodernamento del Padiglione C del P.O. di Cetraro;

Si chiede con urgenza la sospensione immediata della riconversione dei posti letto di terapia intensiva del P.O. di Cetraro e di prevedere che le risorse destinate per gli ammodernamenti degli spazi vengano destinate all’attivazione dei previsti 8 pl. di terapia semi intensiva come previsto dal citato D.C.A. 91.

A tutela del sacrosanto diritto alla salute mi riserverò, qualora la mia richiesta non venga considerata, di intervenire nelle sedi opportune tenuto conto che gli interventi in questione risultano essere tardivi e dannosi per la gestione dell’emergenza pandemica e per sopperire alle numerose criticità organizzative e di gestione di pazienti no covid-19.”