Press "Enter" to skip to content

Bocciamo l’illegalità, la manifestazione voluta dal Sipario per ricordare Luigi Leporini ed educare alla legalità

Condividi su... Educare alla legalità e ricordare una persona amata e apprezzata da tutta la comunità cetrarese, Luigi Leporini, che ci ha lasciati un anno fa e che, oltre ad essere stato un ottimo insegnante e dirigente scolastico, era anche il responsabile dello sportello antiusura, facente capo alla Caritas locale. Sono stati questi i due cardini portanti della manifestazione Bocciamo l’illegalità, organizzata negli scorsi giorni dal “Sipario” al Teatro Comunale “F. Lanza” di Cetraro. Il concorso ha permesso così di premiare cinque elaborati, scritti dagli studenti che meglio hanno saputo trattare la tematica. I cinque vincitori di questa prima edizione di…

Last updated on 25 Febbraio 2017

Condividi su...

Educare alla legalità e ricordare una persona amata e apprezzata da tutta la comunità cetrarese, Luigi Leporini, che ci ha lasciati un anno fa e che, oltre ad essere stato un ottimo insegnante e dirigente scolastico, era anche il responsabile dello sportello antiusura, facente capo alla Caritas locale.

Sono stati questi i due cardini portanti della manifestazione Bocciamo l’illegalità, organizzata negli scorsi giorni dal “Sipario” al Teatro Comunale “F. Lanza” di Cetraro.

Illegalità

Il concorso ha permesso così di premiare cinque elaborati, scritti dagli studenti che meglio hanno saputo trattare la tematica. I cinque vincitori di questa prima edizione di “Bocciamo l’illegalità” sono stati: Maria Teresa Salerno, Giulia Antonuccio, Gioia Formoso – a cui è stata assegnata anche una borsa di studio – Luisa Avolio e Federica Russo. La manifestazione culturale moderata da Francesca Bianco ha visto anche la presenza, tra gli altri, del Sindaco di Cetraro, Angelo Aita, di Fabio Angilica, Assessore alla cultura del Comune di Cetraro, di Don Ennio Stamile, parroco della chiesa matrice di San Benedetto Abate e responsabile regionale di Libera e dei Dirigenti scolastici, Giuseppe Mantuano e Leopoldo Di Pasqua.

Illegalità2

COMMENTI AL POST

Comments are closed.