Press "Enter" to skip to content

Angilica: “Abbiamo ridato il nome alle nostre strade storiche”

Condividi su... Inizia così la nota diffusa oggi dal vice sindaco nonché assessore alla cultura del comune di Cetraro Fabio Angilica relativa all’intervento di toponomastica messo in atto dall’Amministrazione comunale. “Stamane – spiega Angilica – abbiamo ricollocato le targhe che il tempo aveva cancellato restituendo il giusto decoro e la dovuta dignità a figure storiche del nostro passato. Siamo partiti dalla Piazza del Popolo che, dopo l’ultimo conflitto mondiale, sostituì la vecchia denominazione “Umberto I” voluta dai Savoia. Nel campo inferiore abbiamo voluto ricordare il suo nome storico, quello di Porta di Sopra che costituiva l’antico accesso al paese. E…

Last updated on 26 Febbraio 2017

Condividi su...

Inizia così la nota diffusa oggi dal vice sindaco nonché assessore alla cultura del comune di Cetraro Fabio Angilica relativa all’intervento di toponomastica messo in atto dall’Amministrazione comunale.

piazza-del-popolo
“Stamane – spiega Angilica – abbiamo ricollocato le targhe che il tempo aveva cancellato restituendo il giusto decoro e la dovuta dignità a figure storiche del nostro passato. Siamo partiti dalla Piazza del Popolo che, dopo l’ultimo conflitto mondiale, sostituì la vecchia denominazione “Umberto I” voluta dai Savoia. Nel campo inferiore abbiamo voluto ricordare il suo nome storico, quello di Porta di Sopra che costituiva l’antico accesso al paese. E poi Via Luigi De Seta, ingegnere e deputato che realizzò nel 1898 il primo acquedotto cittadino e la Fontana del Nettuno, Via Vito Occhiuzzi, Arciprete di San Benedetto e Teologo morto in concetto di santità, Via Giovanni De Giacomo, autore della straordinaria opera folkloristica e storica Athena Calabra. Poi ancora Via Roma e Piazza San Benedetto, cuore pulsante del nostro centro storico”.

San-Benedetto

“Insomma – conclude l’Assessore – non è stato solo un intervento funzionale per la toponomastica locale, ma soprattutto un’operazione di valorizzazione e riscoperta di un passato reso grande da quei giganti a cui oggi con un semplice gesto abbiamo voluto rendere omaggio. Proseguiremo a breve – anticipa, infine – con le strade altrettanto importanti della marina storica del Borgo San Marco, che proprio in queste ore sta riconquistando la vista diretta del mare”.

Luigi-De-Seta

COMMENTI AL POST

Comments are closed.