Press "Enter" to skip to content

Aieta chiede chiarimenti in merito alla mancata nomina di Posti di Sostegno presso l’Istituto Lopiano

Riceviamo e pubblicamo la lettera integrale che il Consigliere Regionale Giuseppe Aieta ha inviato al Direttore Generale dell’URS Calabria, dott.ssa Calvosa, al Dirigente dell’ATP di Cosenza, dott. Greco, e al Responsabile del procedimento Secondaria di secondo grado, dott. Lupinacci.

“Quale Consigliere Regionale in carica presso il Consiglio Regionale della Calabria – scrive Aieta – la presente per avere informazioni in merito alla mancata assegnazione delle cattedre presenti e assegnabili presso l’Istituto Scolastico “Silvio LO PIANO.

PREMESSO
Che il Ministero dell’Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria – Ambito Territoriale di Cosenza- ha pubblicato le graduatorie afferenti all’individuazione degli Docenti, con titolo di specializzazione sul sostegno, da utilizzarsi nelle Scuole di Secondo Grado per l’anno scolastico 2020- 2021; Che nell’ Istituto Scolastico “Silvio LO PIANO” di Cetraro a fronte di 23 cattedre disponibili ne sono state assegnate solo 9, a danno e pregiudizio, non solo dei docenti aspiranti alla mobilità annuale, ma soprattutto degli studenti con disabilità e delle loro famiglie; Che occorre invece garantire ai docenti che, durante gli anni scolastici precedenti hanno lavorato con professionalità ed impegno, la continuità didattica a tutela proprio degli studenti in situazioni di fragilità; Che inevase sono rimaste tutte le richieste rivolte alle Istituzioni competenti al fine di ripristinare la situazione e assegnare tutte le cattedre di fatto disponibili; Che difronte ad una simile situazione fortemente pregiudizievole è compito della politica e delle Istituzioni preposte intervenire soprattutto a tutela dei ragazzi affetti da disabilità a cui deve essere sempre garantito il diritto allo studio e all’integrazione sociale;

Tanto premesso e considerato

Si chiede di avere informazioni in merito a quanto sopra esposto nonché di conoscere quali iniziative si vogliono assumere al fine di risolvere la situazione fortemente pregiudizievole e porre in essere le misure necessarie al fine di ripristinare la situazione e assegnare tutte le cattedre di fatto disponibili, e cosi garantire il diritto allo studio nei confronti di ragazzi con disabilità a cui occorre professionalità e impegno”.

A seguire la missiva integrale.