Press "Enter" to skip to content

“Adesso basta fare vittime!”

Comunicato stampa Circolo Forza Italia Cetraro

Non se ne può più, leggere quotidianamente su qualsivoglia mezzo di comunicazione, le fregnacce e gli inganni di questa amministrazione comunale riguardo il suo braccio di ferro con la Società “Ecologia Oggi”, appaltatrice del Servizio di Raccolta Differenziata dei Rifiuti nella nostra città!

Evidentemente, sindaco e amministratori vari credono che i cittadini siano dei veri tonti e non riescano a capire in che modo stanno le cose. Cominciamo col dire che toccherebbe al sindaco, e solamente a lui, iniziare a svolgere, finalmente e con la dovuta autorevolezza, il suo ruolo e le sue funzioni istituzionali e a far comprendere, a tutti, che la baracca la dirige lui ed è designato, dalla legge, a difendere gli interessi e i diritti esclusivi dei suoi concittadini.

E’ dal mese di agosto che denuncia, con esposti alla Procura della Repubblica e con l’emanazione di  ordinanze sindacali, insieme al suo eclettico assessore al ramo, la ditta appaltatrice della Raccolta Differenziata dei Rifiuti “Ecologia Oggi”. Colpevole, a suo  dire, di non essere rispettosa del Capitolato Speciale d’Appalto e di produrre continui disservizi.

Ce ne sarebbero e ne avanzerebbero, se ne fosse certo delle cose che sostiene, tutti i motivi e i presupposti legali per procedere alla rescissione del Contratto. Da sei mesi sta passando il tempo a ricercare, anche attraverso sue consulenze, i presupposti giuridici per farlo. Gli amministratori hanno un solo ed unico dovere: assumere decisioni! Se non è in grado di farlo, allora abdichi! Ne esce fuori, diversamente,  che non è assolutamente vero che “Ecologia Oggi” ha lasciato a casa 4 lavoratori. Non è per niente produttrice di disservizi.

Non provoca alcuna emergenza sanitaria, a causa del suo abbandono di spazzatura per le strade cittadine, preda di topi e cani randagi. Come può non essere  disdicevole e disonorevole mettersi  a frignare continuamente e non rendersi conto che il destinatario delle Ordinanze, cosa mai accaduto nella storia della nostra Massima Istituzione, non esegue gli < ordini > della prima autorità cittadina, in modo imperterrito e con determinazione? Non mettere in campo alcuna reazione di carattere giuridico o amministrativo?

La legge degli Ordinamenti Locali assegna al sindaco ed alla Giunta, in modo esclusivo e tassativo, la facoltà di Deliberare la Gestione esterna dei Servizi comunali. Ne dispone, solo al loro carico, l’organizzazione, l’onere della  sorveglianza, relativa al suo svolgimento in termini di efficienza ed efficacia, il compito di tutelare gli esclusivi interessi dell’Ente, nei casi di inadempienze contrattuali. Ricordiamo solo che  sono in ballo 1 milione di Euro all’anno e per 5 anni!

Un amministratore comunale della maggioranza ha, da tempo, assunto il vezzo di mettere la sua faccia in improvvisati talk show per le vie e strade cittadine, cicalando quotidianamente all’indirizzo dei disservizi di raccolta e della mancata assunzione dei 4 operatori ecologici. A questo consigliere, ex assessore e, oggi, capogruppo di maggioranza, invaso dalla ricerca spasmodica di visibilità elettorale e di investitura donchisciottesca, consigliamo di non andare a scoprire paladini della legalità oltre sé stesso e i suoi colleghi amministratori.

L’affermazione della legalità è nelle sue stesse mani e in quelli che appongono le loro firme sulle Deliberazioni. Sono il sindaco, gli assessori, i consiglieri di maggioranza a produrre atti a favore della legalità. Caro, lei! Si documenti, si informi. Si tratta solo di mettersi sotto il naso l’apposita Deliberazione di rescissione anticipato del Contratto di Affidamento del Servizio di Raccolta dei Rifiuti, per cause inoppugnabili ed incontrovertibili e per l’esclusivo interesse dell’Ente e, così, i cittadini forse un giorno vedranno la città pulita e i soldi ben tutelati. Altro che chiamare in causa il Consiglio Comunale e il popolo alla mobilitazione!

Se ne prenda atto, alla buon’ora! La sola e vera causa di questo problema, come di quello della Sanità nel nostro Ospedale, è la totale mancanza di autorevolezza istituzionale e incapacità decisionale di chi amministra, oggi, questa sventurata città! Tutto il resto sono solo frottole!

 

COMMENTI AL POST