• 25 aprile 2018

L’arte e oltre, di Carlo Andreoli

L’architetto ed esperto d’arte Carlo Andreoli ci guida in un affascinante percorso tra le opere e gli autori calabresi e non. Con spunti, teorie e approfondimenti nuovi.

Onofrio Ferro pittore di Paludi del medio ‘700

Onofrio Ferro pittore di Paludi del medio ‘700

Una figura di pittore e di decoratore, che si fa strada nell’area rossanese del medio ‘700, è quella ancora poco nota di Onofrio Ferro (not. 1734-1772): artista nativo di Paludi, il quale lasciò una serie di dipinti - firmati e datati - che documentano il suo percorso d’arte.

Leggi tutto
Gregorio Preti a Fabriano

Gregorio Preti a Fabriano

Gregorio Preti (Taverna 1603 – Roma 1672), fratello maggiore di Mattia Preti, è presente a Fabriano con sue opere nella cattedrale di s. Venanzio e nella chiesa di s. Nicolò.

Leggi tutto
Scultori calabresi nella Villa Comunale di Napoli

Scultori calabresi nella Villa Comunale di Napoli

Nella Villa Comunale, giardino storico di Napoli situato tra la via Caracciolo e la Riviera di Chiaia, tra le tante opere d’arte che punteggiano il verde del parco è dato d’incontrare una serie di lavori di scultori calabresi di fine ‘800 ed inizio ‘900 che qui si vuole ricordare

Leggi tutto
Domenico Oranges nella chiesa della Riforma di Cosenza

Domenico Oranges nella chiesa della Riforma di Cosenza

Tra i danni provocati dall’incursione aerea del 1943, si contò a Cosenza anche la rovina della chiesa della Riforma: un edificio eretto dalla Famiglia Firrao nel 1645 ed officiato dai Francescani Riformati, che lasciarono al luogo sacro il nome ancor oggi corrente di Riforma.

Leggi tutto
Pasquale Volpe pittore cosentino dell’800

Pasquale Volpe pittore cosentino dell’800

Censito nel “Catalogo delle Opere di Belle Arti esposte nel Palagio del Real Museo Borbonico” di Napoli del 1837, come “Alunno del Real Istituto di Belle Arti”, il pittore cosentino Pasquale Volpe è noto sopra tutto per avere restaurato, nel 1868, la “Madonna degli Orefici”, posta in un’edicola della parete esterna del Duomo di Cosenza.

Leggi tutto
La Madonna del Lume di Antonio Granata a S. Lucido

La Madonna del Lume di Antonio Granata a S. Lucido

Una rara immagine della Vergine Maria è quella che la ritrae nelle vesti di Madre SS. del Lume: rappresentazione di origine gesuitica dovuta alla devozione del sacerdote siciliano Giovanni Antonio Genovesi (1684-1743) che promosse il culto della Madre di Gesù come “Luce del mondo”.

Leggi tutto
Vincenzo Severino a Fuscaldo e Crotone

Vincenzo Severino a Fuscaldo e Crotone

Pittore e decoratore di notevole talento, Vincenzo Severino (Caiazzo 1859 – Afragola 1926) ha lasciato in Calabria due cicli di dipinti: a Fuscaldo ed a Crotone. A Fuscaldo, nella chiesa matrice di s. Giacomo Maggiore, contano anzitutto due dipinti, collocati nella volta della navata maggiore, che risultano datati e firmati.

Leggi tutto
Francesco Cozza nella chiesa di s. Egidio a Montalcino

Francesco Cozza nella chiesa di s. Egidio a Montalcino

Nel 1555, la Repubblica di Siena capitolò, stremata dall’assedio del duca di Firenze Cosimo I de’ Medici. Ed il ceto nobiliare, nel tentativo estremo di mantenere in vita le sorti della Repubblica, riparò a meridione: nella fortezza antica della città di Montalcino

Leggi tutto