Cetraro In Rete

L'informazione che mancava

A Lago, piccolo comune in provincia di Cosenza, nel santuario Maria SS. delle Grazie si custodisce una tavola ad olio del sec. XVI che è una replica, con minute varianti, di un dipinto del Bachiacca (Firenze 1494-1557): uno dei massimi esponenti del primo manierismo toscano. Lago – Santuario Maria SS. delle Grazie – Madonna col […]

Una copia del Bachiacca nel santuario di Lago (CS)

A Lago, piccolo comune in provincia di Cosenza, nel santuario Maria SS. delle Grazie si custodisce una tavola ad olio del sec. XVI che è una replica, con minute varianti, di un dipinto del Bachiacca (Firenze 1494-1557): uno dei massimi esponenti del primo manierismo toscano.

Lago – Santuario Maria SS. delle Grazie – Madonna col Bambino e s. Giovannino (c. 1540-50)

La tavola – che si trovava già nella chiesa di S. Maria del Soccorso di Lago, pertinente ad un convento del Terzo Ordine francescano – rappresenta una “Madonna col Bambino e s. Giovannino” ed ha dimensioni di cm. 145×118. L’opera, restaurata nel 1972, registra in letteratura una scheda importante di Maria Pia Di Dario Guida, all’interno del suo volume “Arte in Calabria”, Cava dei Tirreni, 1975.

Richmond – Virginia Museum of Fine Art – Madonna col Bambino e s. Giovannino (Bachiacca, c. 1540)

Il dipinto originale si trova a Richmond – negli Stati Uniti d’America – nella collezione europea del “Museo di belle arti della Virginia”. Si tratta di una tavola ad olio, che viene fatta risalire all’incirca al 1540, la quale ha dimensioni quasi identiche al dipinto di Lago, ovverosia cm 147×115. Dimensioni che giustificano, al pari della raccolta intimità della rappresentazione sacra, la qualifica di “pala d’altare domestica”.

Carlo Andreoli
Scroll Up