• 25 aprile 2018
Riceviamo e Pubblichiamo,

Ordine pubblico, Vaccaro: c’è qualcosa da precisare!

Un commento dell’assessore del Comune di Cetraro Massimiliano Vaccaro

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

ORDINE PUBBLICO!

Riprendendo e facendo seguito al mio discorso tenuto nell’aula consiliare in occasione del consiglio comunale del 27 dicembre u.s. e, volendo, inoltre, precisare ad onor del vero che, tale punto all’ordine del giorno (ordine pubblico) è stato posto dal Sindaco Angelo Aita il quale è sempre avanti a tutti, vorrei solo dire che le parole devono dare sempre seguito ai fatti affinché il pensiero si concretizzi realmente!

In buona sostanza, come ebbi a dire nella citata sede, l’UOMO, come genere, deve anzitutto essere dotato di pensiero, etica e morale!

Il pensiero, l’elemento più forte, che elabora idee e ragionamenti; l’etica, che garantisce il saper svolgere professionalmente il proprio compito, ed infine…la MORALE…la cosa più importante! La morale che deve (ma in molti casi…dovrebbe) frenare l’uomo dai sui istinti primordiali, tra questi, i più squallidi…. La brama di potere e la cupidigia!

Il potere, che appaga gli insoddisfatti, gli incapaci, gli egoisti!

La cupidigia, che mai fa placare la sete di ricchezza…..di denaro!

E allora! Che ognuno di noi diventi portatore sano di morale (vera) e di giustizia! Che ognuno di noi, cominci a criticare si ma, partendo da se stesso! Che ognuno di noi, dia seguito alle belle parole con fatti altrettanto carichi di bellezza!

Senso civico! Rispetto altrui! Rispetto della Legge! Rispetto delle istituzioni! Rispetto della scuola! Rispetto della chiesa! Condotta sana e pulita! Amore per il prossimo! Amore per la propria gente! Amore per il proprio territorio! 

Diamo seguito alle parole con i fatti….i fatti!

“L’ordine pubblico è quell’insieme di norme fondamentali dell’ordinamento giuridico riguardante i principi etici e politici nonché di leggi la cui osservanza ed attuazione è ritenuta indispensabile per l’esistenza di tale ordinamento.”

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Potrebbero interessarti anche