Cetraro In Rete • CiRNews.it

L’informazione che mancava

Mario Caligiuri presenta il libro “Cyber Intelligence”

- Eventi

Il professore dell’Università della Calabria e Direttore del Masteri in Intelligence Mario Caligiuri presenterà a Cetraro il suo ultimo lavoro dal titolo “Cyber Intelligence. Tra libertà e sicurezza”, edito da Donzelli. La presentazione, organizzata dal Caffè Letterario in collaborazione con Il Centro Studi sull’ Intelligence e Criminologia, si terrà giovedì 13 ottobre, alle ore 17.30 […]

Facebook

Il professore dell’Università della Calabria e Direttore del Masteri in Intelligence Mario Caligiuri presenterà a Cetraro il suo ultimo lavoro dal titolo “Cyber Intelligence. Tra libertà e sicurezza”, edito da Donzelli. La presentazione, organizzata dal Caffè Letterario in collaborazione con Il Centro Studi sull’ Intelligence e Criminologia, si terrà giovedì 13 ottobre, alle ore 17.30 presso il Palazzo del Trono.

mario-caligiuri

Subito dopo i saluti di rito del primo cittadino di Cetraro Angelo Aita, interverranno: il presidente del Caffè Letterario Avv. Francesca Occhiuzzi, il vicesindaco di Cetraro Ing.Fabio Angilica, il consigliere regionale prof. Giuseppe Aieta e il capogabinetto del Consiglio Regionale Ugo Massimilla. Modererà l’incontro il giornalista Antonello Troya.

cyber-intelligence

A seguire, la descrizione del libro.

Nei prossimi anni sul nostro pianeta la popolazione virtuale sarà maggiore di quella reale e la rete sarà sempre più un campo di battaglia.

La copertina del libro
La copertina del libro

L’aumento esponenziale delle connessioni imporrà ai poteri pubblici di approntare strumenti adeguati per coniugare due valori fondativi della convivenza democratica: la libertà e la sicurezza. In tale quadro la cyber intelligence è destinata a rappresentare uno strumento fondamentale.

Definirla non è semplice, poiché in essa convivono due elementi che operano con logiche differenti: l’intelligenza, dote prettamente umana, necessaria per assumere decisioni, e lo spazio digitale, popolato da tecnologie sempre più pervasive.

Nel mondo in cui viviamo il cosiddetto “web oscuro” è 500 volte più grande dell’internet visibile; oltre il 70% delle chiamate telefoniche mondiali può essere monitorato; attraverso i like su Facebook è possibile scoprire orientamenti sessuali, convinzioni religiose, livelli di reddito e propensioni al consumo; con un semplice click si può destabilizzare una multinazionale, interrompere le trasmissioni di un satellite spia o manipolare i dati di una consultazione elettorale”.

COMMENTI AL POST
AUTORE DEL POST: Redazione




Scroll Up