Cetraro In Rete

L'informazione che mancava

La carcassa di un capretto, all’interno di una busta della spazzatura, era legato allo specchietto retrovisore esterno

Intimidazione a don Ennio Stamile: un capretto morto appeso alla sua auto

Redazione, in Cronaca
Condividi su Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

L’ennesimo atto intimidatorio ai danni di don Ennio Stamile, coordinatore per la Calabria di Libera, è accaduto nella serata di sabato, mentre il sacerdote era a cena in un ristorante di Cetraro con alcuni scout, e alla quale partecipava anche il sindaco di Cetraro, Angelo Aita.

L’intimidazione è stata effettuata da persone non identificate: subito sono stati avvertiti i carabinieri che, giunti sul posto, hanno sequestrato la carcassa del capretto.

Don Ennio Stamile, ai militari, secondo quanto si è appreso, ha detto di non sapersi spiegare i motivi dell’intimidazione.

Numerosi gli attestati di stima e solidarietà all’ex parroco di Cetraro. Tra i primi quelli del consigliere regionale Giuseppe Aieta.

COMMENTA IL POST


Questo articolo è stato letto 148 volte
© 2018 CiRNews - Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti

Scroll Up
error: Questo contenuto è protetto