• 20 maggio 2018
Redazione,

Intimidazione a don Ennio Stamile: un capretto morto appeso alla sua auto

La carcassa di un capretto, all’interno di una busta della spazzatura, era legato allo specchietto retrovisore esterno

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

L’ennesimo atto intimidatorio ai danni di don Ennio Stamile, coordinatore per la Calabria di Libera, è accaduto nella serata di sabato, mentre il sacerdote era a cena in un ristorante di Cetraro con alcuni scout, e alla quale partecipava anche il sindaco di Cetraro, Angelo Aita.

L’intimidazione è stata effettuata da persone non identificate: subito sono stati avvertiti i carabinieri che, giunti sul posto, hanno sequestrato la carcassa del capretto.

Don Ennio Stamile, ai militari, secondo quanto si è appreso, ha detto di non sapersi spiegare i motivi dell’intimidazione.

Numerosi gli attestati di stima e solidarietà all’ex parroco di Cetraro. Tra i primi quelli del consigliere regionale Giuseppe Aieta.

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Potrebbero interessarti anche