Press "Enter" to skip to content

Emergenza covid, le proposte di Italia Viva, Spazio Giovane, Presidio Libera Ferrami e Associazione Visioni

A seguito della richiesta avanzata da Italia Viva, Spazio Giovane, Presidio Libera Ferrami ed Associazione Visioni, nella serata di ieri, si è tenuto l’incontro tra i delegati dei suddetti gruppi politici ed associazioni ed il sindaco di Cetraro, avente ad oggetto un confronto sulla emergenza covid nella città e nel territorio.

Prendendo le mosse dalla considerazione che in Calabria il servizio sanitario è pressoché inesistente, che ai calabresi è di fatto negato il diritto alla salute e che il lockdown alla Calabria è stato imposto non per i numeri del contagio quanto per una sanità disastrata che non riesce nemmeno ad assicurare  i livelli minimi di assistenza, i delegati dei summenzionati gruppi hanno rappresentato al sindaco l’esigenza di manifestare e canalizzare l’indignazione dei cittadini, nonché di rivendicare, nel pieno rispetto di tutte le norme anti contagio, in forme civili, democratiche e non violente, il diritto della Calabria e dei Calabresi ad avere un Sistema Sanitario capace di assicurare a tutti servizi adeguati.

All’uopo, hanno proposto:

  • Che il Sindaco aderisca formalmente e partecipi effettivamente alla manifestazione dei Sindaci calabresi indetta a Roma per il prossimo 19.11.2020. Contemporaneamente, per il 19.11.2020, si convochi un Consiglio Comunale straordinario ed urgente sul tema e si solleciti il sostegno alla manifestazione di Roma di tutti gli operatori economici ed esercenti presenti sul territorio comunale, permettendo l’apertura simbolica di quegli esercizi commerciali costretti a chiudere, con l’esposizione, presso tutti gli esercizi e locali pubblici, di cartelli/striscioni con slogan atti a rivendicare il diritto alla salute;

Che, con la collaborazione del Sindaco, sia convocata un’assemblea di tutti i Sindaci del Tirreno cosentino per:

a) discutere delle criticità della Sanità locale ed esigere, per la gestione immediata dell’emergenza, il rispristino dell’ospedale di Praia a Mare e il potenziamento dei presidi di Paola e Cetraro;

b) valutare di costituirsi in un coordinamento permanente ovvero di costituire un’associazione dei Sindaci che abbia lo scopo di contribuire, anche avvalendosi di tecnici e specialisti del settore, a realizzare un Piano Sanitario che garantisca la riorganizzazione della rete ospedaliera locale e della medicina territoriale.

  • Che, il Consiglio Comunale costituisca una Commissione Sanitaria straordinaria, composta oltre che dai Consiglieri comunali, da addetti ed esperti in materia sanitaria, rappresentanti della società civile, delle associazioni, dei sindacati e delle forze politiche cittadine, con lo scopo di approfondire le questioni in materia sanitaria ed ospedaliera.

Che, l’Amministrazione comunale, al fine di andare incontro ai cittadini e agli esercenti commerciali locali che subiscono gli effetti delle restrizioni anti covid, posticipi il pagamento di imposte e tasse locali e preveda, inoltre, di destinare i proventi di tutte le penali a suo tempo comminate ad Ecologia Oggi per il mancato integrale rispetto degli obblighi contrattuali assunti a cittadini ed esercenti commerciali.

L’incontro si è svolto in un clima di cordialità e reciproca franchezza.

Il sindaco, dopo aver esposto la situazione relativa all’emergenza covid nella città di Cetraro e dopo essersi soffermato sulle questioni e le problematiche afferenti l’ospedale cittadino, ascoltate le proposte, ha espresso il suo apprezzamento per le stesse, riservandosi, tuttavia, di valutarle ulteriormente con la sua maggioranza e la sua giunta.

Ha sottolineato, altresì, che si è aperto un tavolo di confronto che dovrà continuare anche nei prossimi giorni e mesi ed ha ringraziato la delegazione per il contributo dato su un tema delicato e fondamentale come quello della sanità.

Italia Viva – Cetraro

Spazio Giovane

Presidio Libera “Lucio Ferrami”

Associazione Politico – Culturale Visioni