CiRNews.it | Cetraro In Rete

L’informazione che mancava

Cetraro non è un paese per vecchi (forse)!

- Editoriale

Va definendosi il programma estivo 2018 di Cetraro. Diamogli uno sguardo, con un pizzico d’ironia. Che non guasta mai!

Facebook

[Editoriale] – Quindi sarà Bianca Atzei, al secolo Veronica Atzei, classe 1987, l’artista che quest’anno ritirerà il Premio Vela d’Argento 2018. L’appuntamento con la manifestazione “costola di Moda Mare”, si terrà in piazza del Popolo, a Cetraro paese, giorno 24 agosto 2018. A darne l’annuncio – come al solito su Facebook (sic!) – è stata la consigliera Carmen Spaccarotella, che ha commentato: “…una grande artista come Bianca Atzei renderà ancora più magica la serata”.

A farle eco è stato il vice sindaco Fabio Angilica, che ha scritto: “Ottima scelta Carmen! Un’artista di livello che oltre ad essere brava abbassa non di poco l’età media degli ospiti in cartellone del Progetto Settimana Benedettina di cui il Premio Vela è una costola. Ci vediamo il 2 luglio a Palazzo Del Trono per la presentazione ufficiale del programma estivo, mai in anticipo come quest’anno”.

Beh, che altro aggiungere? Quasi nulla. Forse solo qualche appunto sui commenti ironici – c’è sempre Facebook di mezzo, ahimè – relativi alla scelta degli artisti per l’estate 2018 (Massimo Ranieri, Enzo Iacchetti, Peppino di Capri, Pupo e Stefano Palatresi) ritenuti un po’ troppo in là negli anni…

Quindi, vediamo di tracciare le linee “essenziali” dello scenario finora noto, e facciamolo con un bell’elenco puntato! Ma sì… e vai con i numeri!

1) Sì, è vero, con Bianca Atzei l’età media si abbassa di parecchio.
Considerando i 63 anni di Pupo (e non li dimostra!), i 67 di Ranieri, di Capri che ne ha 79, Palatresi 58, Iacchetti 66 e Atzei 31, si ha una media di 60,6 anni :-).
A parte gli scherzi e i calcoli matematici “alla Homer Simpson”, una cosa è certa: l’età non conta! A mio avviso, gli artisti che ho citato sono immensi! Non si possono criticare. Ma come si fa?!
Hanno fatto (e continuano a farla) la storia della musica. Qualcuno avrebbe preferito forse il giovanissimo 19enne Young Signorino? Con tutto il rispetto per i gusti altrui e per la sua particolare musica, soprattutto per Mmh ha ha ha (che, tra l’altro, ha totalizzato 18 milioni di visualizzazioni su Youtube!).

2) Il secondo punto voglio dedicarlo a Stefano Palatresi, che si esibirà assieme a Peppino di Capri. Io, in tutta sincerità, non lo conoscevo. Ma è colpa della mia abissale ignoranza sulla musica leggera italiana di qualche anno fa! Poi, la mia collega Denise Grosso mi ha aperto gli occhi: “Ma è quello che ha partecipato a Sanremo?!” mi diceva… E io, nulla. “Quello del Trio Melody!”. Niente. “Quello di “Ma che ne sai… (…se non hai fatto il piano-bar)”. E solo allora è partito il mio proverbiale… “aaaah”!

3) Nel terzo punto parliamo di costole e della proprietà transitiva.
Il patron di Moda Mare, Francesco Occhiuzzi, ha sempre etichettato la Vela d’Argento come una “costola di Moda Mare”. Ora, Fabio Angilica chiama “costola” lo stesso evento, però del Progetto Settimana Benedettina. Quindi, io che sono sclerato, mi chiedo: in base alla proprietà transitiva (se a è in relazione con b e b è in relazione con c, allora a è in relazione con c), la Settimana Benedettina è in relazione con Moda Mare? O viceversa? Scusate lo sclero sarà l’arrivo del caldo (?) :-);

4) A proposito, Moda Mare si terrà quest’anno? Forse lo scopriremo giorno 2 luglio durante la conferenza stampa anticipata da Angilica e Spaccarotella;

5) Scusatemi per il termine “consigliera”. E scusatemi anche se qualche volta ho scritto “assessora” o qualcosa del genere. Lo so, vanno di moda e ormai li usano tutti. Ma perché allora non scrivete (scriviamo) “presidenta”? O “presida”? O avvocata? E via dicendo…? Tempo fa avevo letto da qualche parte che l’Accademia della Crusca li aveva ritenuti corretti grammaticalmente. Ma, siate sinceri, sono termini piuttosto orrendi!

6) Continuiamo con una nota sul titolo di questo strano post: è un “richiamo” ai commenti e al bellissimo film diretto dai fratelli Coen, tratto dall’omonimo romanzo di Cormac McCarthy (a mio parere è meglio il libro del film – lo so si dice sempre così perché “fa figo” far vedere che si legge… ma stavolta è vero!);

7) Complimenti all’Amministrazione per l’ottimo programma e, soprattutto, per la data d’uscita. Ha ragione Fabio Anglica quando dice “…mai in anticipo come quest’anno“;

8) Per l’ultimo punto, torniamo seri, e vediamo dove trovare i biglietti per gli spettacoli in programma.
Per Massimo Ranieri il biglietto costa 56,50 € per la poltronissima. 46,50 e 36,50 €, invece, rispettivamente, per i settori 2° e 3°. E si possono trovare – tra gli altri – presso il bar dei Saraceni, da Romano Multistore, nella tabaccheria Gallo del borgo e presso l’edicola de Lo Scoglio (per le altre info date un’occhiata sul manifesto in basso).
A quanto ci dicono solo i posti in poltronissima sono prenotabili. Per gli altri settori ci sono solo biglietti d’entrata che prevedono posti a sedere non numerati.
Per Peppino di Capri e Stefano Palatresi band, i biglietti – disponibili negli stessi punti vendita – costano 33 € per la poltronissima e 22 € per il 2° settore.
Per Iacchetti non ho dati. So solo che si esibirà nel suo spettacolo “Intervista confidenziale” il 9 agosto sul porto. Ve ne daremo notizia appena possibile.
Bianca Atzei, infine, basandomi sugli scorsi anni, essendo parte del Premio Vela d’Argento, dovrebbe essere gratis.

Non ci resta che aspettare la conferenza stampa di lunedì prossimo e scoprire così gli altri dettagli del programma estivo del 2018.

A presto.

COMMENTI AL POST
AUTORE DEL POST: Francesco Forestiero




Scroll Up