Press "Enter" to skip to content

Posts published by “Mario Braile”

Stagione di tempeste? Ecco il “Bagnomat” di Cetraro Marina

Prendo spunto dalle recenti polemiche e dai vari interventi apparsi sui media (Web, Facebook, CiRNews.it e quotidiani locali) tra alcuni esponenti della passata amministrazione e altri della attuale, circa la inadempienza su alcuni settori di corretta gestione dei basilari problemi e criticità verificatisi in occasione delle recenti precipitazioni atmosferiche e non. Abbiamo avuto occasione di sentire epiteti più vari, come sciacalli, iene, gufi, buonisti, e chi più ne ha più ne metta! Sorprende, allorché, qualche esponente del passato rinfaccia agli attuali amministratori alcune inadempienze che, a dire il vero, a Cetraro sono storiche e consolidate da tempo, tanto che esse…

Manifestazioni… di serie “B”

“Un’automobile da corsa col suo cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall’alito esplosivo… un’automobile  ruggente, che sembra correre sulla mitraglia, è più bello della Vittoria di Samotracia”. Con queste parole, contenute nell’art 4 del Manifesto, il grande intellettuale Filippo Tommaso Marinetti scuoteva il mondo della cultura nel 1909 e dava l’avvio a quel movimento culturale che va sotto il nome di Futurismo, la corrente letteraria che reagiva al limite della letteratura italiana alla  fine dell’Ottocento, la sua mancanza di contenuti forti, il suo quieto e passivo ‘laissez faire’ e provava, nel contempo, l’esistenza di una sopravvissuta e dinamica…

Giovani virgulti crescono…

Ancora una volta, in totale sordina, senza i clamori del fanatismo e in tutta discrezione, un altro giovane figlio di questa stupenda città (Cetraro, per chi non l’avesse capito), si è fatto onore, mettendosi in mostra, nel silenzio dei più, nel motociclismo, lo sport che i giovani di tutto il mondo amano fino all’inverosimile, pur se la tifoseria esagitata “propaganda” solo il “dio calcio”. È di pochi giorni, infatti, la notizia che il giovanissimo Lorenzo De Pera, figlio d’arte, si è imposto nel campionato monomarca “Yamaha R 125 Cup” che la casa dei tre diapason organizza per giovani esordienti nel motociclismo.…

Quel trasferimento inaspettato…

Caro don Pompeo, ti dò del “tu” in virtù dell’affetto che ti abbiamo sempre portato, dell’amicizia che ci ha sempre legati, della militanza scolastica quali facenti parte del corpo docente, per anni, in quella fucina del sapere che fu la “Corrado Alvaro”. E bravo, don Pompeo! Alla tua veneranda età sai fare ancora gli scherzetti e fai dei tiri mancini alla tua Comunità parrocchiale: te ne sei andato da Cetraro alla chetichella, senza preavviso, senza farti dare un abbraccio da chi ti ha sempre voluto bene. Ho saputo dalla comune amica Tonina, del tuo definitivo trasferimento nella tua amata Fagnano,…

Le nuove mappe

“Hic sunt leones”, qui ci sono i leoni. Questa locuzione si pensa sia comparsa sulle carte geografiche dell’antica Roma e di età successiva in corrispondenza delle zone inesplorate dell’Africa e dell’Asia. La frase stava ad indicare che non si sapeva cosa si trovasse in quelle lande sconosciute, a parte il fatto che fossero abitate da belve. Ci piace riportare qui le divagazioni simpatiche dello scrittore Cesare Marchi (“Siamo tutti latinisti”) a proposito della frase: “Non è l’insegna di uno zoo, bensì una scritta frequente nelle rudimentali carte geografiche dei secoli passati… Nei luoghi ancora ignoti del continente africano (di cui…

Extracarenti in… grammatica

Scorrendo vecchie diapositive mi imbatto in una, scattata nel gennaio 1980 ma verosimilmente riconducibile agli anni Settanta, simbolo della lotta che gli extraparlamentari di sinistra avevano sferrato al potere attraverso le loro numerose organizzazioni. Comune denominatore era la consuetudine, mai abbandonata, di imbrattare i muri delle private abitazioni con scritte e simboli tutti riconducibili alla ideologia originaria, il comunismo. Siamo nei primi giorni del 1980, in seguito ad una famosa mareggiata che trasportò le barche fin sotto le case del Borgo. La foto in questione, ritrae il muro dell’antico bar “La Ruota”, imbrattato dai segni di quella contestazione che vide,…

Cetraro, aperta “a grutta ‘i l’ape”…

Finalmente ed a seguito dell’interessamento di rappresentanti dell’attuale giunta comunale, è stato riaperto il vecchio storico tracciato che collega il Borgo a Cetraro Centro. La vecchia provinciale, ormai chiusa per inagibilità da circa quattro anni, ha visto sfrecciare nuovamente il traffico veicolare e pedonale da parte di quegli utenti che vogliono raggiungere il “paese” ripercorrendo l’antico percorso che, da Via Marinella, attraverso “il Cannone”, raggiunge le vie principali del Centro. È un risultato che fa onore ai nuovi amministratori, anche perché hanno mantenuto un impegno preso durante la recente campagna elettorale. L’abbiamo percorsa riprendendo i ricordi con la memoria, ma…

Mi ricordo montagne… rosse!

Sembra che le amministrazioni comunali di Cetraro abbiano a cuore, come sport preferito, la messa in opera a iosa dei famigerati dissuasori di velocità, sia in configurazione prefabbricata che, peggio, in agglomerati di cemento costruiti in maniera artigianale. Sia i primi che gli altri sono, per gli automobilisti e i motociclisti, una violenza gratuita che nasconde l’incapacità delle forze preposte a controllare e a far rispettare limiti e divieti già di per sé indicati dalla cartellonistica di rito. Gli addetti a tali servizi non si rendono conto del disagio arrecato da tali espedienti, sia alle schiene degli automobilisti che agli…

Sbarchi e retrospettive

Ci sono sbarchi e sbarchi. Abbiamo quelli clandestini degli immigrati irregolari e quelli nostrani, sacrosanti e pacifici. Nelle foto che seguono, una sequenza di tre immagini che hanno a che fare col mare e con le tradizioni popolari. La processione che vede la statua del nostro patrono San Benedetto approdare presso la omonima Colonia il giorno 10 luglio di ogni anno, offre spunti per qualche sorrisetto. La prima, con la didascalia “nudi alla meta”, fa apprezzare la devozione dei fedeli che è tanta, da non badare alle formalità. L’importante è partecipare, infine siamo in piena stagione balneare… Mi viene in…

La Madonna del Monte Carmelo

Il 16 dicembre 2001, su suggerimento e volontà di qualche amico, è stata posta una significativa lapide in un tratto di marciapiede della Stazione ferroviaria di Cetraro. L’iniziativa è stata presa da I Ferrovieri di Calabria che hanno curato anche la realizzazione di una aiuola con la sacra immagine della Madonna, nell’anno a Lei dedicato in occasione del 750° Anniversario dello Scapolare. Lodevole iniziativa che, purtroppo, dopo poco tempo è passata nel dimenticatoio, complice anche la “spoliazione” operata dalle FFSS nelle varie stazioni, rimaste ormai senza alcun “personale” e orfane di qualsiasi opera di manutenzione periodica, pulizia e cura degli arredi…

Artisti nostrani: il maestro Osvaldo Iorio

Nella ricorrenza della Santa Pasqua, è utile proporre ai giovani e meno giovani la eccezionale opera L’Ultima Cena del bravissimo maestro Osvaldo Iorio, nativo nella vicina Paola ed ivi residente, uno degli artisti più importanti del panorama calabrese e nazionale. È un’opera a dir poco sovrumana, tanto è la precisione e la dovizia di particolari che emergono dalla scultura, realizzata interamente in ferro e lamiera d’acciaio in grandezza naturale. La movenza dei personaggi e le fattezze dei loro volti sono una testimonianza della bravura del grande maestro che ha saputo infondere nei visi, nelle pieghe degli indumenti e nel portamento dei…

C’era una volta un… campo

Lucky at cards, unlucky in love. Così recitano gli inglesi, motto che equivale al nostro “Fortunato nel gioco, sfortunato in amore”. Sì in amore, perché è l’amore che manca alla stravincente squadra di calcio del “Cetraro FC 2014“. L’amore che spetta da parte di tutta la cittadinanza ma, soprattutto, da parte di chi amministra la cosa pubblica. Lo sanno tutti, persino le pietre, quali sono le tristi vicende del  Comunale di Cetraro. C’era una volta un campo! E Cetraro ha sempre avuto un campo di calcio, seppure improvvisato, rabberciato, …contrabbandato da campo di calcio. Ma lo ha avuto. Sin dai…

Strisciannu e stuorticannu…

Mi è capitata sotto gli occhi la poesiola che vi propongo, opera del poeta calabrese Vittorio Butera. Quanta amara attualità e verità si nasconde, purtroppo, dietro questi versi! Eppure siamo circa sessant’anni fa… Oggi più di ieri! Quando cambia il mondo? *** ‘A licerta e ru curzune ‘Na licerta, sberta sberta, a ra loggia spalancata de ‘na scola era ‘ncriccata, e, ccurcata supra l’anta, tutta quanta rusicata, d’ ‘o barcune, se gudìa ro solliune. Intra, cc’era ‘nna filèra de sculari gridazzari; ma, chiù d’intra ancore, cc’era, ccu ra frunte rughijata e ra capu ‘na nivèra, ‘nu maestro chi facìa llizzione…

Perché “della vergogna”?! Lettera aperta al Sindaco Aieta

Caro Giuseppe, scusami per il tono confidenziale con cui ti scrivo, ma esso è dettato dal fatto che ti reputo un amico, dalla vicinanza professionale, nonché dalla oggettiva differenza (purtroppo) anagrafica. Ho letto, appena due giorni fa, il tuo post pubblicato in Cetraro In Rete dal titolo Le opere epocali che daranno un orizzonte alla città, e riportato anche dalla cronista Clelia Rovale su ‘Il Quotidiano’ del 3 c. m. con “Nuove opere in città. Il sindaco rivendica ciò che è stato realizzato”. In essi viene puntigliosamente ricordato ai cittadini e rivendicato, con orgoglio, ciò che la “tua” Amministrazione ha…

Nel ricordo di Luca…

Un altro giovane virgulto è stato strappato dal giardino della Vita. Li ho visti crescere, li ho visti tra i banchi apprendere i rudimenti del sapere, allorché, pieni di vita e di volontà si affacciavano alle soglie della giovinezza. Roberto, Adelina… ed ora Luca.  È terribile constatare come il Fato crudele abbia sovvertito le regole cronologiche dell’esistenza e del raggiungimento delle vie del Signore. Chi avrebbe giammai pensato che dei bravissimi adolescenti avrebbero mai preceduto i “vecchi” nella loro dipartita? Addio Luca, addio compagni di scuola. Che Iddio vi protegga per l’Eternità. Voglio ricordarvi così. Un abbraccio forte e un…

Inesattezze d’autoring… e mitica 500!

Per quanto sia mitica e diffusissima la Fiat 500, essa spesso subisce, tuttavia, qualche “torto”. Ma questa volta a sferrarle l’offesa sulla primogenitura sono personaggi di grosso calibro, ovvero il trio della direzione del nuovo film “Il ricco, il povero e il maggiordomo” di Aldo, Giovanni e Giacomo che lo dirigono insieme con Morgan Bertacca e di prossima presentazione. In una delle scene, riportate dal quotidiano “il Giornale” del 18 giugno nella rubrica Ciak , infatti, appare la mitica 500 che, ahimè, in questo caso è un “falso d’autore”. Ci spieghiamo meglio. La 500 usata dal cast e che viene…

Passeri e rondinelle

Carissimo Dott. Forestiero, ho letto con attenzione il tuo scritto La chiesa non si demolisce: ci sono le rondini…, riportato nel blog da te diretto. Devo dire che esso è particolarmente attuale in tempi in cui la questione “riqualificazione del Borgo marinaro” balza quotidianamente alla ribalta della cronaca, per via delle lentezze programmatiche, delle incongruenze di alcuni progetti, delle iniziative portate avanti finora. Su questi fronti più volte abbiamo espresso i nostri pareri che, più volte, sono rimasti inascoltati o ignorati, all’insegna del determinismo e del protagonismo ad ogni costo… Dobbiamo, però, questa volta, spezzare una lancia in favore del…

Lampetia e il mare

Sulla scia delle ultime mareggiate verificate in località Lampetia, prendiamo atto del tempestivo intervento del Sindaco inteso al ripascimento del litorale orrendamente sconvolto dalla furia delle onde. La località Lampetia, purtroppo, è a rischio di cancellazione da parte delle forze della natura se non si prendono serie e drastiche misure di impegnativa “fortificazione”. Ciò richiede progetti di ampio respiro cui solo le generazioni future avranno il privilegio, eventualmente, di assistere. A meno che non si decida di lasciar fare al “mare ‘o mare” (come diceva De Filippo), la cui vocazione è quella di tornare dove era prima,  riprendendosi, così, quello…

Il vento, il sospiro di Madre Natura

Dicembre e gennaio, si sa, sono i mesi più temibili sulla costa tirrenica per i forti temporali e le fortissime correnti d’aria che si riversano lungo la SS 18 e sul litorale. Ecco cosa è successo il 30 dicembre 2004, giorno di S. Eugenio, lungo il viadotto San Tommaso nel comune di Bonifati, teatro non per la prima volta di situazioni simili. Ricordiamo che un altro autocarro del genere (ne custodiamo le foto) ha subito, nello stesso tratto, la stessa sorte il 20 gennaio 1981. Altri due episodi identici, sempre nello steso punto, si sono verificati nel 2012. L’ultimo caso…

Cicale e formiche (parte 2)

Caro Cianni, quando insegnavo nella scuola media, ho fatto spesso leggere ai miei alunni la favola del grande poeta Jean de La Fontaine vissuto in francia nel ‘600. E, siccome mia abitudine, mi piace guardare sempre anche il rovescio della medaglia, facevo leggere anche le altre sulla formica e la cicala. Ecco queste due di Gianni Rodari, uno scrittore per ragazzi scomparso nel 1980. In quanto al… Grillo, è meglio lasciar perdere. Equivale allo storico, inutile e dimostrativo  “…adda venì baffone!”. Che ne dici? Con simpatia. La cicala e la formica  (traduzione da Jean de la Fontaine) La Cicala che…

‘O MARE

Il mare non smetterà di fare quello che a lui piace… Lo ha fatto in passato, lo fa ora e continuerà a farlo, in obbedienza alle leggi telluriche e geodinamiche di madre Natura. La foto seguente e le successive, tratte da archivio fotografico privato, ritraggono uno dei normali eventi verificatisi in passato nel tratto di strada di via Libertà, tra le palazzine altrimenti denominate Casermette e il plesso del ristorante Il Cubo. I fenomeni di erosione su quel tratto, furono una costante della furia dei marosi fino ad una manciata di anni orsono. Nelle immagini si vede benissimo la situazione creatasi…

La Faina se ne deve andare!

Sull’abbattimento della Scuola elementare Faini, ho espresso in altre occasioni il mio modesto parere. Lo ripeto, nella speranza che si fosse ancora in tempo ad evitare lo scempio di cui trattasi. Ma ho seri dubbi che ci si possa ripensare. Ormai i giochi sono stati fatti! A parte ogni considerazione di carattere storico che implica il riconoscimento di un bene architettonico ambientale, non si vuole e non si è voluto riconoscere il grande merito avuto dall’esimio fondatore della Fabbrica e quanto benessere essa ha portato negli anni della ricostruzione post-bellica  a Cetraro. Ma di Faini si vuole distruggere, ormai, anche…

A proposito della “chiesiella d’‘a porta ‘i mari”

Buongiorno, la lettura dell’interessante post  ‘A chiesiella d’ ‘a porta  ‘i mari , curato dal prof. Gino Leporini, ha suscitato in me qualche ricordo. Rammento che quel rischioso e azzardato passaggio attraverso lo scavalcamento del ponte ferroviario sull’Aron per raggiungere la riva de ‘I Mulini’, era una consuetudine praticata da molti per ovviare al guado del torrente. Purtroppo ricordo che, durante gli anni Sessanta (non so in quale preciso anno), un giovane studente ci rimise la vita proprio perché ha tentato di bypassare il fiume a mezzo di tale pratica. Erano altri tempi e le norme di sicurezza, in tutti…

Primo sì alla decadenza di Berlusconi: confronti necessari

La prima pagina della Gazzetta del Sud di sabato 5 ottobre 2013 dedica un suo articolo di taglio medio “Primo sì alla decadenza di Berlusconi” alla nota e importante vicenda di estrema attualità. Beh, ritengo utile comparare un altro scritto sull’argomento, che il giornalista e scrittore Pietro Mancini (fonte non sospetta) ha dedicato allo spinoso e delicato argomento in data 14 maggio u.s. attraverso le pagine di affaritaliani.it, noto quotidiano online fondatore e direttore Angelo Maria Perrino. *** *** da  www.affaritaliani.it   –  martedì 14 maggio 2013: Ancora toghe contro politica. Dopo 20 anni di guerra, si proclami un armistizio Ilda Boccassini?…

A proposito di incendi…

Da sempre suggestionato e turbato dai gravi danni alla natura perpetrati ad opera dei soliti “igniti”, altrimenti chiamati  piromani, mi è piaciuto immortalare tali vergogne in una serie di foto. Queste ultime fanno parte, debitamente corredate di didascalia, del mio diario virtuale dal titolo “Risatine a denti stretti – le foto satiriche”. L’occasione della pubblicazione di alcune foto presentate di recente dal post sull’argomento, mi offre l’opportunità di inviare a codesta Redazione alcune pagine,  a proposito, che suonano da vero monito.

Alfredo Novello canta Confessa di Celentano: il video

A scanso di equivoci e contestazioni varie, questa volta voliamo più basso, occupandoci di quisquilie, specificatamente di frivolezze o cose più mondane. Per i cacciatori di notizie e curiosità paesane, è d’uopo segnalare la bella giornata vissuta appena qualche giorno fa nella piccola e ridente frazione di Pianette di San Marco, in occasione della Festa del 1° maggio che, tradizionalmente, inserisce in calendario il Raduno di auto d’epoca, giunto quest’anno alla quinta edizione. La notizia sarebbe di poco conto per i lettori di CetraroInRete, se non fosse che un degno figlio di questa terra è stato protagonista, in sedicesimo, della…

Storia di una chiesa

“A proposito del recentissimo post  Quell’istanza di settant’anni fa…, pubblicato in data  28 aprile, ritengo utile, per la curiosità e per l’approfondimento culturale di quanti navigano nel sito, segnalare l’interessantissimo opuscoletto (si fa per dire) intitolato  STORIA DI UNA CHIESA – In Ricordo di Antonino De Lorenzo, edito a cura dei fratelli Alfonso e Aldo Gravino e recentemente distribuito agli amici in forma privata, non quindi a divulgazione editoriale commerciale. Il libretto di appena una quarantina di pagine, curato nella prefazione dal Rev. Don Luigi Gazzaneo, è un condensato di notizie, di aneddoti e particolari inediti che colmano una lacuna…

Tre scimmie sagge

Cara Cetraro in Rete, A proposito del post “Commenti, ci vuole uno stop!”,  gradirei esternare alcune mie considerazioni in merito alla decisione, presa dalla Redazione, di consentire i commenti solo agli utenti registrati. “Tuono 5”, “Anonimo”, “I”, “Arieccomi”, “Cetrarese Emigrato”, “Pasquale Cetraro che non c’è”, “Io”, “Giuseppe”, “Triskle”, “Cavallo Rampante”,  “Patroclo”, “Alvaro Recoba”, “Misterx Movimento PtPT”, “Observer”, “I Cummari”, “M5S”, “Totò”, “Ciccio”, “Gianni”, “Sasà”, “Peppino”, “Grillo Parlante”, “Minosse”, “Calabrolombardo”, “Mino”, “Marco”,    …QUANTO CI MANCATE! Effettivamente, come i dati dimostrano, i suddetti commentatori, per citarne solo i più assidui, sono scomparsi dalla circolazione. E non perché la “registrazione” faccia loro paura.…

Nel ricordo di Benedetto

[ndr, riceviamo e pubblichiamo] “Spettabile Redazione, vorrei informare la collettività cetrarese, attraverso le pagine di codesto portale, della prematura scomparsa di un degno figlio della nostra comunità, Benedetto Ricco. Il povero Benedetto è deceduto improvvisamente in casa di congiunti, lunedì scorso, a Milano dove si recava regolarmente ogni mese. La sua Milano ha voluto accoglierlo nell’ultimo abbraccio, dopo averlo visto sin da ragazzo crescere fra le sue mura, dove ha vissuto gran parte della vita per motivi di lavoro. E’ nel capoluogo lombardo, infatti, che il compianto Benedetto si era trasferito sin dagli anni Sessanta, ancora ragazzino, come apprendista meccanico, diventando…

Sulle ultime vicende politiche…

“Cara Redazione, sulla scorta degli ultimi interessantissimi post di codesto Portale, “Il Patto per la città non ha più la maggioranza”, “La maggioranza perde pezzi?”, “Maggioranza: problema risolto!” e dei relativi altrettanto interessanti commenti, invio  ritaglio di un quotidiano locale di sabato 1° dicembre corrente, che sintetizza, a beneficio dei lettori, le ultime vicende della “nostra” Amministrazione. La mia iniziativa, dettata come sempre da spirito civico, vuole aggiungere un modesto contributo alla informazione e non è certo presa per… “pontificare” come dice tale ‘Carmine’. Mi sembra davvero un’aberrazione e una singolarità che qualche commentatore, ora e in altra parte dello…

“La cattiva progettazione, gestione e manutenzione delle strade”

“Alla luce di quanto è successo a Ceramile di Cetraro appena ieri, mi sento un tantino fiero di aver gettato il sassolino nello stagno, a settembre scorso, in occasione dell’intasamento della foce del Triolo. A tal proposito, come i lettori ricorderanno, la vicenda ebbe un seguito dopo i due post di codesto sito “IL CICLONE A CETRARO E I FANTASMI DEL PASSATO” e “ESEGUITI I LAVORI AL TORRENTE TRIOLO: LE FOTO”, di cui invito gli interessati a rileggere i contenuti e i relativi commenti che mi hanno visto protagonista come semplice cittadino. Gli accadimenti odierni mi fanno tornare sulla vicenda…

Rimpasto di giunta: ci sarà azzeramento totale dell’esecutivo?

[ndr, riceviamo e pubblichiamo questo commento a firma del Prof. Mario Braile] “Spettabile CetraroInRete, nell’edizione di sabato scorso del giornale Il Quotidiano leggo l’articolo, a firma di Gaetano Bencivinni, che riporta i fermenti politici e decisionali del sindaco Aieta circa il paventato rimpasto di giunta che sarebbe dovuto avvenire all’insegna della staffetta sugli avvicendamenti, concordati tra gli alleati, due anni fa. Mi fa piacere, e mi congratulo col primo cittadino se, come divulgato, egli procederà con l’azzeramento totale dell’esecutivo e con le dimissioni del presidente del consiglio comunale. Certamente è la decisione più sensata, che non offre il braccio a sacrosante…

Aieta: quella saggia decisione

[ndr: riceviamo e pubblichiamo] Scorrendo le pagine di un arretrato della Gazzetta del Sud (del 31 agosto 2012) che avevo conservato, rileggo con molto piacere il titolo, l’occhiello e il sottotitolo di una notizia che non può non recare soddisfazione ai lettori. Si parla della saggia decisione del nostro Sindaco presa nel corso di un incontro istituzionale tra il Comune di Cetraro e quello di Fagnano Castello, intesa a scongiurare la ventilata ipotesi dell’installazione di un vastissimo Parco eolico nel comune di Cetraro. Bene ha fatto Aieta a restare fermo nelle sue decisioni, così come già prese all’inizio della sua prima…

Il Ciclone a Cetraro e i fantasmi del passato

Riceviamo e pubblichiamo una mail del Prof. Mario Braile in merito ai dati Arpacal diffusi dal Sindaco Giuseppe Aieta e pubblicati con il post Ciclone su Cetraro: la nota del Sindaco. (ndr) “Gent. ma Denise, leggo nel Suo post, “Ciclone su Cetraro: la nota del Sindaco”,  il contenuto del messaggio del primo cittadino a proposito dell’eccezionale fortunale abbattutosi su Cetraro il 13 settembre. Mi sorprende non poco il fatto che, a discolpa di ogni responsabilità sull’accaduto, si ricorra ai dati statistici dell’Arpacal comparativi dei processi climatici nella nostra zona. Mi sembra abbastanza riduttivo fare riferimento a tali argomentazioni nelle quali…

L’inno del Rione Aquile

A fronte del micidiale caldo di agosto, preferiamo restare rintanati in casa all’ombra e al cospetto delle pale di un ventilatore. Ebbene, essendo ancora in vacanza, inganniamo il tempo con lo scribacchiare qualcosa… Scorrendo le pagine di YouToube alla voce Cetraro, mi sono imbattuto nel breve clip relativo all’inno del Rione Aquile, pubblicato neanche due mesi orsono. Bene, mi ha incantato per diversi motivi. In primo luogo è bello, la scelta del motivo indovinato, l’esecuzione canora magistrale. Non potevo non ascoltarlo e apprezzarlo, soprattutto, per un altro motivo che definirei nostalgico. Mi spiego qui di seguito. Come molti sanno, il…

I lampioni e la riqualificazione del Borgo

Riceviamo e pubblichiamo un commento del Prof. Mario Braile sul degrado ambientale dal titolo “I lampioni del Borgo“. Ringraziamo il Professore per la gentile collaborazione. “Approfitto della solita ospitalità per far giungere al “nostro” pubblico qualche pagina estrapolata dai miei “diari” ( Le foto satiriche ) che per passatempo, di tanto in tanto, appunto senza pretesa alcuna di divulgazione editoriale. Non voglio aggiungermi alla cospicua pletora di giornalisti, scrittori e pubblicisti vari che Cetraro annovera (sempre buon segno di civiltà e di cultura). Nutro, pertanto, la forte speranza di non annoiare quegli “internauti” che avranno la curiosità o la pazienza…

2022 - 2023 © SCS Srl