Replica di Cesareo: «Se questo non è disagio come lo vogliamo chiamare, dottoressa Bernaudo?»

Ticket: non si fa attendere la replica dell’Assessore Cesareo alla risposta pubblicata poche ore fa dal direttore distretto sanitario del Tirreno

La Redazione,

Condividi... Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInPin on Pinterest

Cesareo replica. «Con tutto il rispetto, considero fuorviante la risposta data alla mia nota dalla dottoressa Bernaudo! È vero, infatti, che gli utenti di Cetraro non devono recarsi altrove per le esenzioni (e io non ho detto questo), ma il disagio per costoro resta ugualmente, perché, diversamente da prima, dovranno recarsi due volte presso la Saub».

«Una prima volta – precisa Cesareo – per portare le richieste, e dopo 7-10 giorni a ritirarle. E il tutto avverrà con una sola impiegata allo sportello, quello stesso sportello che fino all’altro ieri riusciva a dare risposte ma che oggi è ridotto al solo compito di smistamento. E se malauguratamente quell’impiegata dovesse ammalarsi, dottoressa Bernaudo? Se questo non è disagio come lo vogliamo chiamare, dottoressa Bernaudo?».



Questo articolo è stato letto 569 volte
© 2017 Cetraro In Rete - Vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti
A cura dell'Associazione Culturale e di Promozione Sociale Gruppo Delta